Giovedì Scienza

Sono stati proclamati i vincitori della decima edizione del Premio Nazionale GiovedìScienza, la competizione rivolta ai ricercatori under 35 di tutti gli enti di ricerca italiani, organizzata dall’associazione torinese CentroScienza Onlus con la collaborazione di BergamoScienza e FameLab, con lo scopo di promuovere e incoraggiare i protagonisti della ricerca alla comunicazione della scienza.

Vincitore del primo Premio Nazionale GiovedìScienza del valore di 5000 euro, Gabriele Gaetano Fronzè, ricercatore saviglianese dell’INFN – Istituto Nazionale di Fisica Nucleare di Torino. Il progetto con cui il giovane si è aggiudicato il titolo nazionale under 35 è “Elemento”.

La seconda classificata è Jessica Podda, studiosa della Fondazione Sclerosi Multipla di Genova, con un progetto dal titolo “Design and development of a remote, time-efficient, personalized digital assessment of cognitive impairment in MS: DIGICOG-MS”.

Si aggiudica il terzo posto Lorenzo Degli Esposti, ricercatore dell’Istituto di Scienza e Tecnologia dei Materiali Ceramici di Faenza, con una ricerca dal titolo “Nanoparticelle per la cura del cuore”, sullo studio di nanoparticelle inalabili in grado di trasportare farmaci direttamente al cuore.

Altri tre premi in denaro dal valore di 3000 euro sono stati assegnati a seguito della competizione:

  • PREMIO SPECIALE ELENA BENADUCE, riservato a lavori di ricerca che si distinguono per le ricadute sul benessere delle persone e sulla qualità della vita e assegnato dalla Giuria popolare, è andato, nuovamente, a Lorenzo Degli Esposti.
  • PREMIO GIOVEDÌSCIENZA FUTURO, assegnato al miglior studio di fattibilità, è stato vinto da Marietta Pisano, del DIBRIS – Dipartimento di Informatica, Bioingegneria, Robotica e Ingegneria dei Sistemi dell’Università degli studi di Genova con il progetto “ScreenNeuroPharm”, una ricerca sulla progettazione e realizzazione di strumenti per l’ingegnerizzazione di colture cellulari in grado di emulare la fisiologia in vivo.
  • PREMIO INDUSTRIA 4.0, dedicato alla miglior proposta di progetto sviluppato partendo dal concetto di “Industria 4.0” è stato assegnato a Francesca Condorelli. La ricerca vincitrice titola “ARCHYGRAM”.

 

A decretare i vincitori del Premio GiovedìScienza la somma dei voti espressi da una prestigiosa Giuria Tecnica e una Giuria Popolare composta dagli studenti di cinque classi provenienti da altrettante scuole secondarie di secondo grado di tutta Italia. Le classi, selezionate con l’aiuto dei partner BergamoScienza e FameLab, hanno seguito durante l’anno scolastico un percorso di formazione sulla comunicazione efficace, a cura di GiovedìScienza.

 

I cinque professionisti esperti della comunicazione scientifica che compongono la Giuria Tecnica sono:

  • Marco Cattaneo, giornalista scientifico con trent’anni di esperienza nelle principali testate di settore.
  • Anna Meldolesi, giornalista scientifica e docente di giornalismo scientifico al Master di giornalismo dell’Università IULM a Milano. A partire dal 2000 ha raccontato l’evoluzione del biotech su testate italiane e straniere, tra cui Nature Biotechnology.
  • Luca Perri, giornalista, divulgatore scientifico e autore DeAgostini Scuola. Astrofisico all’Istituto Nazionale di Astrofisica, è autore e conduttore di trasmissioni Rai Cultura fra cui Superquark+ con Piero Angela.
  • Agnese Sonato si occupa di comunicazione della scienza soprattutto per i più piccoli. Ha fondato la rivista di scienza per ragazzi PLaNCK e curato per Editoriale Scienze diverse collane di libri per ragazzi.
  • Sara Tortorella, chimica e ricercatrice presso la start-up Molecular Horizon srl; è inoltre coordinatrice del gruppo “Diffusione della cultura chimica” della Società Chimica Italiana.

 

Il vincitore del Premio Speciale Elena Benaduce è stato assegnato sommando i voti dei singoli studenti delle classi secondarie che compongono la Giuria Popolare. Le classi selezionate sono:

  • Liceo Scientifico Leonardo Cocito, Alba (CN) – Classe IV F
  • Liceo Scientifico Lorenzo Mascheroni, Bergamo – Classe IV D
  • Liceo Scientifico Principe Umberto di Savoia, Catania – Classe IV C
  • Liceo Scientifico Galeazzo Alessi, Perugia – Classe IV G
  • Liceo Scientifico Ettore Majorana, Torino – Classe 4 A

 

Tutte le candidature complete di studio di fattibilità e/o di proposta progettuale I4.0 sono inoltre state sottoposte alla valutazione del Comitato di Selezione il cui giudizio ha decretato i vincitori dei Premi GiovediScienza Futuro e Industria 4.0.

Il Comitato di Selezione è composto da esperti e rappresentanti dell’ecosistema dell’innovazione: Camera di commercio di Torino, Unicredit, Incubatori di impresa degli Atenei piemontesi 2i3T, I3P, Enne3, Club degli Investitori, Cariplo Factory e, da quest’anno, è entrata a far parte del comitato la Fondazione LinKs.

APPROFONDIMENTI

Vai al sito di GiovedìScienza

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
  • Welfare e Territorio
Storie di Talenti

Agenda della Disabilità

Oltre 150 idee per un futuro a misura di tutti: è disponibile la prima Agenda italiana della disabilità promossa da Fondazione CRT e Consulta per le Persone in Difficoltà: un modello di inclusione partecipato, frutto di un lungo percorso di ascolto e co-progettazione iniziato  nel 2021 e dirato circa un anno, con il coinvolgimento di circa 300 soggetti, tra organizzazioni non profit […]

In corso
Scopri di più
Storie di Talenti

Fondazione

Ente filantropico nato nel 1991, la Fondazione CRT è la terza in Italia per entità del patrimonio. In trent’anni ha messo a disposizione del territorio 2 miliardi di euro, sostenendo oltre 40.000 progetti per l’arte, la ricerca, la formazione, il welfare, l’ambiente, l’innovazione, in tutti i 1.284 Comuni piemontesi e valdostani. ↗ Leggi la storia […]

Scopri di più
  • Arte e Cultura
Storie di Talenti

Esponente

Esponente è il progetto della Fondazione CRT dedicato alle attività espositive e al riordino delle collezioni dei musei volti ad una maggior fruibilità da parte del pubblico, in particolare dei giovani e con un’attenzione particolare allo sviluppo di strumenti operativi per favorire l’accessibilità alla cultura di persone con disabilità e con bisogni speciali. Sono 64 i progetti espositivi sostenuti dalla Fondazione CRT con il […]

Risultati
Scopri di più
Storie di Talenti

Il tempo del miele: la scommessa (vincente) dell’apicoltura biologica

Tempo, formazione e passione sono i tre ingredienti alla base del miele di qualità. Parola di Marco Zaffino, alumnus di Talenti per l’Impresa e cofondatore di Apicoltura Torinese.

Scopri di più
Storie di Talenti

Community dei talenti

Dai progetti, dalle attività, dalle collaborazioni e dalle sinergie della Fondazione CRT nascono le storie più emozionanti, che meritano di essere raccontate. Fondazione CRT investe strategicamente sulla formazione del capitale umano per fornire alle nuove generazioni le competenze per costruire il proprio futuro e sostenere la crescita delle organizzazioni e delle imprese che costituiscono il […]

Scopri di più
Skip to content