Fondazione CRT selezionata dall’ONU per organizzare il 15 luglio una sessione dell’High Level Political Forum

La Fondazione CRT è stata selezionata dalle Nazioni Unite per organizzare giovedì 15 luglio una sessione dell’High Level Political Forum: rappresentanti di istituzioni filantropiche e organizzazioni di rilevanza internazionale nell’ambito della scienza dei dati – come GovLab, Fondation Botnar, IMMAP – si incontreranno per discutere dell’importanza dei Big Data nella ripresa post pandemia e del ruolo della filantropia nel promuoverne la condivisione e lo studio per obiettivi sociali.

L’evento, aperto a tutti, si terrà on line dalle ore 13.30 alle ore 15.00.

Per seguire l’evento clicca sul seguente link https://us02web.zoom.us/j/88110598330?pwd=M0l5S3l1dyt6R3RtS2xlS1ZtWlZsZz09 (passcode 132560).

L’High Level Political Forum è la principale piattaforma delle Nazioni Unite sullo sviluppo sostenibile e l’Agenda 2030 e si riunisce sotto gli auspici del Consiglio Economico e Sociale delle Nazioni Unite (ECOSOC), di cui la Fondazione CRT – prima fra le Fondazioni di origine bancaria italiane – ha acquisito, nel 2014, lo status consultivo.

Gli approcci basati sui dati sono oggi prioritari per agire in tutti i settori e i paesi del mondo, sia nella risposta a breve termine alla crisi del Covid-19, sia nell’ottica a lungo termine, che caratterizza gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, della ripresa sociale, economica e sanitaria.

Liberare la potenza dei dati, consentendone un accesso più equo, tempestivo e sostenibile, è cruciale per interpretare le tendenze del presente e disegnare il futuro delle nostre società e comunità. E diversi sono stati gli appelli lanciati nei mesi scorsi per promuovere la collaborazione sui dati a livello internazionale.

Le istituzioni filantropiche e le organizzazioni non profit, leader dello sviluppo sociale ed economico delle nostre comunità e in prima linea nei processi di ripresa e ricostruzione post pandemici, sono oggi chiamate a guidare il dibattito sul valore pubblico dei dati, anche per garantire che in un’economia diretta da logiche “data driven”, non si perda mai di vista la prospettiva umana, il benessere delle persone e l’impatto sulle comunità.

Mentre entriamo nell’ultimo decennio dell’Agenda 2030, la filantropia ha dunque un ruolo importante da svolgere, nel definire la cornice del “mercato” dei dati, nel promuovere l’inclusione delle organizzazioni del settore sociale e nel guidare la creazione di nuovi beni pubblici basati sui dati, stimolando nel contempo l’innovazione e lo sviluppo economico.

Per maggiori informazioni visita il sito delle Nazioni Unite, cliccando qui.

APPROFONDIMENTI

Vai al sito delle Nazioni Unite

Skip to content