“Adotta uno scrittore” riparte in Piemonte per la XX edizione

26 adozioni con 27 autori, 19 scuole (di cui una sezione ospedaliera), 6 scuole carcerarie, 2 università.

Adotta uno scrittore, il progetto del Salone del Libro – sostenuto dall’Associazione delle Fondazioni di origine bancaria del Piemonte – riparte in Piemonte per la sua XX edizione.

Da ormai vent’anni, infatti, Adotta uno scrittore mette al centro la lettura e ruota attorno alla reciproca conoscenza tra la classe e gli autori e le autrici che vengono adottati. Grazie al progetto sono state portate a termine 433 adozioni per un totale di 12.642 studenti, dalla scuola primaria alle università fino agli istituti carcerari, coinvolgendo 260 tra gli autori e le autrici più importanti della letteratura italiana degli ultimi quarant’anni.

Il 2021 è stato di nuovo un anno particolare per il Salone Internazionale del Libro di Torino e per l’iniziativa Adotta uno scrittore, che hanno dovuto confrontarsi nuovamente con le complessità del momento storico che stiamo vivendo. Così come il Salone, che si è eccezionalmente tenuto a ottobre, anche Adotta uno scrittore ha dovuto reinventarsi, proponendo alle scuole coinvolte degli incontri online e quello conclusivo in presenza, al Salone di ottobre. La risposta degli istituti italiani è stata come sempre importante: le adozioni del 2021 sono state 34, con 37 autori coinvolti, 19 scuole, 13 istituti carcerari, 2 università su 8 regioni italiane, grazie alla collaborazione con la Fondazione con il Sud. Un successo che ha confermato il seguito e l’impatto dell’iniziativa sul territorio italiano.

Questi risultati, ottenuti in due anni di grande fatica per il mondo culturale, traghettano Adotta uno scrittore con rinnovata fiducia nella sua XX edizione, un compleanno importante che verrà celebrato con novità e contenuti aggiuntivi.

Il progetto del Salone Internazionale del Libro di Torino è sostenuto dall’Associazione delle Fondazioni di origine bancaria del Piemonte, in collaborazione con il Provveditorato regionale dell’amministrazione penitenziaria per il Piemonte, Liguria e Valle D’Aosta, il Cesp, Centro studi scuola pubblica – Rete nazionale delle scuole ristrette.

«Vent’anni sono un traguardo importante, ma anche una ripartenza più consapevole per la straordinaria avventura di Adotta uno scrittore, divenuta ormai una best practice culturale in Italia – afferma il Presidente dell’Associazione delle Fondazioni di origine bancaria del Piemonte Giovanni QuagliaAbbiamo creduto in questa sfida fin dall’inizio, e continuiamo a sostenerla nelle scuole e in alcuni luoghi di fragilità e marginalità, per offrire a migliaia di ragazze e ragazzi stimolanti opportunità di crescita come studenti e come cittadini, attraverso nuovi fiori di conoscenza, dialogo, bellezza».

Nicola Lagioia, direttore del Salone Internazionale del Libro di Torino, aggiunge: «Adotta uno scrittore è uno dei progetti di cui il Salone Internazionale del Libro di Torino va più orgoglioso. Nel corso dell’anno, per tutto l’anno, alcune delle personalità più importanti, originali e stimolanti della nostra scena culturale si recano nelle scuole – dalle scuole primarie fino alle università, ma anche nelle classi presso gli istituti penali minorili, le case circondariali e le case di reclusione – per dare origine a un percorso di grande valore didattico. In una dimensione laboratoriale (prendendosi dunque il tempo necessario) studenti e autori hanno modo di confrontarsi, di discutere, di fare insieme un tratto di strada che risulta per tutti un’esperienza importante se non indimenticabile. Essere riusciti a portare avanti tutto questo anche durante la pandemia ci riempie d’orgoglio. A maggior ragione adesso “Adotta uno scrittore” riceve nuovo slancio, rispondendo sempre più alla una delle nostre più alte vocazioni: la cura e la formazione delle nuove generazioni».

Le adozioni

Per il 2022, ognuna delle adozioni prevede tre appuntamenti (due online e uno in presenza) e il quarto conclusivo il 23 maggio in presenza alla XXXIV edizione del Salone del Libro.

Tra i 27 autori coinvolti: Dacia Maraini, tra le autrici più importanti del Novecento italiano, che per le celebrazioni dell’anniversario pasoliniano incontrerà gli studenti dell’Università di Torino (primo incontro il 4 marzo) a partire dal suo ultimo libro Caro Pier Paolo (Neri Pozza), ma anche Michele Serra che si cimenta per la prima volta con un libro per bambini; Gud, tra i più divertenti e conosciuti fumettisti italiani; Giuseppe Festa, con la sua passione per la natura e il mondo animale; Takoua Ben Mohamed nominata da La Repubblica “donna dell’anno” insieme a Liliana Segre e Ambra Sabatini; Viola Ardone tra le scrittrici più lette del panorama italiano e in lizza, come anche la nota fumettista Zuzu, per il Premio Strega 20222; Jonathan Bazzi, finalista al Premio Strega 2020 con il suo libro d’esordio; Roberto Piumini, tra i più grandi autori di letteratura per l’infanzia e fra gli ideatori della trasmissione televisiva RAI L’Albero Azzurro e Franco Baresi, leggenda del calcio internazionale. E ancora: Noemi Vola, Marco Paschetta, Giulia Pastorino, Andrea Falcone e Matilde Piran, Alice Keller, Pierdomenico Baccalario, Riccardo Falcinelli, Marco Vichi, Michele Cocchi, Imma Vitelli, Nadeesha Uyangoda, Claudia Durastanti, Enaiatollah Akbari, Marco Baliani, Tiziano Scarpa.

Anche quest’anno l’Associazione delle Fondazioni di origine bancaria del Piemonte rende possibile un’adozione extra regione: Amir Issaa sarà infatti all’Istituto Penale Minorile di Treviso.

Il cuore di Adotta uno scrittore è il dialogo attorno alla lettura. Gli autori e le autrici incontrano studenti e studentesse per mostrare il lato vivo e dinamico dei libri, per farli diventare uno strumento di conoscenza utile a tutti e tutte: hanno la completa libertà d’azione su come sfruttare il tempo a loro disposizione, per questo ogni adozione è diversa dalle altre. Inoltre, come per ogni edizione, i ragazzi e le ragazze ricevono gratuitamente una copia del libro dell’autore o autrice adottata. L’obiettivo del progetto è creare un confronto proficuo tra autore e classe, un gruppo intimo, attraverso cui interrogarsi sul significato della letteratura e sui temi che i libri sollevano.

Adotta uno scrittore festeggia i suoi primi vent’anni

I primi vent’anni di vita di Adotta uno scrittore saranno celebrati con la produzione di un documentario, che verrà presentato il 23 maggio al Salone del libro. Il video ripercorrerà la storia dell’iniziativa attraverso i materiali d’archivio, le parole e i volti dei protagonisti di questi vent’anni di adozioni Torna anche Si fa presto a dire Adotta! Il racconto dell’edizione 2022 attraverso sei video pillole che daranno voce all’esperienza di alcuni di sei istituti tra quelli aderenti al progetto. Le video pillole saranno realizzate dal regista Fabio Ferrero con la partecipazione della scrittrice Giusi Marchetta.

Adotta uno scrittore sul Bookblog

Anche quest’anno Adotta uno scrittore avrà uno spazio sul Bookblog. Autori, studenti e docenti potranno costruire insieme un racconto partecipato del progetto. Un’apertura alla condivisione e al dialogo tra autori e lettori, nonché un passo avanti per raggiungere un pubblico più vasto grazie a contenuti fruibili liberamente su bookblog.salonelibro.it/

APPROFONDIMENTI

Vai al sito del Salone del Libro

Scarica il comunicato stampa completo

 

grafica del progetto, con macchina da scrivere antica su sfondo bianco e scritta in nero adotta uno scrittore
Storie di Talenti

Fondazione 360

Esplora il mondo della Fondazione CRT a 360° grazie agli strumenti innovativi 3D che ti portano alla scoperta dei nostri progetti e attività.

Scopri di più
Storie di Talenti

Il tempo del miele: la scommessa (vincente) dell’apicoltura biologica

Tempo, formazione e passione sono i tre ingredienti alla base del miele di qualità. Parola di Marco Zaffino, alumnus di Talenti per l’Impresa e cofondatore di Apicoltura Torinese.

Scopri di più
  • Arte e Cultura
Storie di Talenti

Not&Sipari

Not&Sipari, è il bando della Fondazione CRT dedicato alla diffusione della musica, del teatro e della danza. Il bando 2022 prevede l’erogazione di contributi fino a 40 mila euro per ogni evento di spettacolo dal vivo che sarà selezionato. In linea con i goal dell’Agenda 2030, Not&Sipari 2022 promuove, inserendoli tra i criteri di valutazione, […]

In corso
Scopri di più
Storie di Talenti

Community dei talenti

Dai progetti, dalle attività, dalle collaborazioni e dalle sinergie della Fondazione CRT nascono le storie più emozionanti, che meritano di essere raccontate. Fondazione CRT investe strategicamente sulla formazione del capitale umano per fornire alle nuove generazioni le competenze per costruire il proprio futuro e sostenere la crescita delle organizzazioni e delle imprese che costituiscono il […]

Scopri di più
  • Progetti e Bandi
  • Gruppo Fondazione CRT
Storie di Talenti

Impact Deal

Il primo programma europeo di accelerazione per imprese a impatto, “firmato” da Fondazione CRT e OGR Torino con Microsoft.

  • OGR Torino
  • impatto sociale
  • Big data
Scopri di più
Skip to content