Operatori museali e disabilità

Anche per il 2021 Fondazione CRT, insieme con Fondazione Paideia, conferma il programma “Operatori museali e disabilità“: un’iniziativa unica in Italia – recentemente approdata anche presso i musei statali lombardi -, finalizzata a diffondere e promuovere modelli organizzativi e gestionali capaci di rendere i musei italiani pienamente accessibili a tutti, in primis ai visitatori in difficoltà.

Sulla base della positiva esperienza realizzata presso le OGR – Officine Grandi Riparazioni, i cui operatori sono stati formati sul tema dell’accessibilità degli eventi for all, l’edizione 2021 del progetto conferma la possibilità di partecipazione ai corsi anche da parte di operatori di altri servizi del mondo della cultura, in generale (come biblioteche, teatri, associazioni culturali).

Nel periodo compreso tra gennaio e settembre 2021 vengono proposti 4 corsi di base, percorsi formativi ormai consolidati negli obiettivi e nelle modalità formative (in considerazione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, dal 2020 è stata introdotta anche la formula on-line). I corsi che si svolgono in presenza hanno luogo a Torino presso la sede del Centro Paideia in via Moncalvo 1; i corsi online sono erogati con modalità sincrone attraverso l’utilizzo della piattaforma Zoom. In tutte le edizioni l’ultima giornata di formazione contempla l’opportunità per i partecipanti di confrontarsi direttamente con le testimonianze di operatori museali che hanno frequentato i corsi nelle annualità precedenti del progetto. Grazie alla preziosa collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema, caso esemplare di accessibilità museale sul panorama torinese, è inoltre possibile prendere parte ad una visita guidata (reale o virtuale) finalizzata al “racconto” delle buone pratiche rivolte all’inclusione. L’iscrizione è gratuita.

Sulla base della positiva esperienza realizzata nel 2019, tra luglio e dicembre 2021 viene riproposto il workshop itinerante, un’esperienza a carattere laboratoriale finalizzata allo sviluppo di strumenti operativi e disegni organizzativi implementabili all’interno di realtà museali intenzionate a connotarsi in una prospettiva realmente inclusiva. La proposta si rivolge a tutti gli operatori museali che abbiano frequentato almeno il corso di base del progetto “Operatori museali e disabilità”. E’ possibile presentare la propria candidatura nella primavera, secondo tempi e modalità che verranno comunicati nei prossimi mesi. L’iscrizione è gratuita.

Ad integrazione della proposta dei corsi di base, Fondazione Paideia – a partire dal mese di gennaio 2021 – propone seminari e laboratori di approfondimento su alcune tematiche peculiari, come la Lingua dei Segni Italiana, la progettazione delle attività didattiche inclusive, la disabilità intellettiva e l’autismo, la Comunicazione Aumentativa e Alternativa. Anche in questo caso, le attività sono rivolte a coloro che hanno già partecipato ai corsi di base. L’iscrizione prevede una quota di contributo alle spese di realizzazione.

Dietro richiesta specifica di enti museali/culturali interessati a coinvolgere massivamente il proprio personale, si sottolinea che il progetto prevede la possibilità di consulenza per la progettazione e la realizzazione di attività formative specifiche presso le proprie realtà locali, modulando monte ore e modalità organizzative secondo esigenze formative particolari.

Per il programma completo e le modalità di iscrizione clicca qui.

Per ulteriori informazioni è possibile scrivere a formazione@fondazionepaideia.it 

APPROFONDIMENTI

Vai alla pagina progetto

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
  • Welfare e Territorio
Storie di Talenti

Agenda della Disabilità

Oltre 150 idee per un futuro a misura di tutti: è disponibile la prima Agenda italiana della disabilità promossa da Fondazione CRT e Consulta per le Persone in Difficoltà: un modello di inclusione partecipato, frutto di un lungo percorso di ascolto e co-progettazione iniziato  nel 2021 e dirato circa un anno, con il coinvolgimento di circa 300 soggetti, tra organizzazioni non profit […]

In corso
Scopri di più
Storie di Talenti

Fondazione

Ente filantropico nato nel 1991, la Fondazione CRT è la terza in Italia per entità del patrimonio. In trent’anni ha messo a disposizione del territorio 2 miliardi di euro, sostenendo oltre 40.000 progetti per l’arte, la ricerca, la formazione, il welfare, l’ambiente, l’innovazione, in tutti i 1.284 Comuni piemontesi e valdostani. ↗ Leggi la storia […]

Scopri di più
Storie di Talenti

Il tempo del miele: la scommessa (vincente) dell’apicoltura biologica

Tempo, formazione e passione sono i tre ingredienti alla base del miele di qualità. Parola di Marco Zaffino, alumnus di Talenti per l’Impresa e cofondatore di Apicoltura Torinese.

Scopri di più
Storie di Talenti

Atelier Riforma: la startup che veste a impatto zero

Elena Ferrero ha in tasca una laurea magistrale in scienze degli alimenti, Sara Secondo una laurea magistrale in giurisprudenza. Due percorsi difficilmente intrecciabili con il mondo della moda, se non fosse per l’incontro tra le due nel 2018 sui banchi di Talenti per l’Impresa della Fondazione CRT. È qui che decidono di dare vita a […]

Scopri di più
  • Arte e Cultura
Storie di Talenti

Not&Sipari

Dal teatro alla musica, 206 produzioni culturali vanno in scena con il sostegno complessivo di 1 milione e 750 mila euro della Fondazione CRT. Sono i risultati del bando Not&Sipari, dedicato alle produzioni artistiche in Piemonte e Valle d’Aosta. A beneficiare delle risorse sono associazioni non profit, enti locali e istituti didattici di alta formazione che promuovono grandi rassegne ed eventi […]

Risultati
Scopri di più
Skip to content