Una riapertura a regola d’arte per le OGR Cult

Previous Next
  • Dall’11 febbraio visitabili gratuitamente la mostra Cut a rug a round a square curata da Jessica Stockholder, l’area storica com’era com’è e il bookshop Transliteral Shop.
  • Aperta tutti i giorni con un’offerta rinnovata l’area food Snodo.

Le OGR Cult riaprono “a regola d’arte” con l’inaugurazione, l’11 febbraio alle 15.00, della mostra Cut a rug a round square all’interno del Binario 1, un ponte tra Torino e Barcellona” come sottolineato da Massimo Lapucci, Direttore Generale OGR e Segretario Generale Fondazione CRT. La prima esplorazione contemporanea della pittura per le OGR, che mette a sistema opere di due collezioni filantropiche internazionali: quella della Fondazione “la Caixa” di Barcellona e quella della Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT di Torino.

 Sarà possibile, inoltre, curiosare ed immergersi tra libri, oggetti di design originali prodotti a marchio OGR selezionati dal concept bookshop Transliteral Shop che, per l’occasione, propone ai visitatori un ampio ventaglio di volumi e pubblicazioni collegate alla mostra curata da Jessica Stockholder.

L’esperienza di visita delle OGR Cult (aperte il giovedì e il venerdì dalle 15 alle 20, con ultimo ingresso alle 19) è arricchita di gusto e ricerca gastronomica sui sapori del territorio con le rinnovate proposte culinarie di Snodo, l’area food delle OGR, aperta tutti i giorni, dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 18 e nel weekend dalle 9 alle 18.

“Diamo vita alle OGR ad una nuova e importante iniziativa di valorizzazione della nostra collezione in ambito internazionale  e, continua Massimo Lapucci – Affrontiamo il complesso momento attuale con grande motivazione e voglia di ripartenza, in un processo di evoluzione continua che vede nell'arte e nell’innovazione due motori essenziali per il rilancio del territorio e del Paese”.

“Siamo pronti a riaprire al pubblico in presenza l'area Cult delle OGR con una programmazione culturale di rilievo, in assoluta sicurezza e rispetto dei protocolli” – dichiara Fulvio Gianaria, Presidente delle OGR e della Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT.

Ad accompagnare i visitatori in tutti gli spazi delle OGR Cult e di Snodo sarà disponibile un’originale playlist musicale da ascoltare attraverso il canale Spotify delle OGR.

 Nel periodo di mostra saranno proposti, inoltre, contenuti extra, fruibili dal pubblico anche da remoto, che integreranno l’esperienza espositiva in prospettiva phygital.  

Maggiori informazioni sugli eventi OGR sono pubblicati sul sito www.ogrtorino.it

Per rimanere aggiornati sugli orari di apertura di Snodo, area ristorazione delle OGR, è possibile visitare il sito www.snodo.com