View Conference: dal 18 al 23 ottobre torna il meglio dell'industria digitale

Previous Next

Al via la 21° edizione di VIEW Conference, il principale simposio italiano dedicato ai media e alle tecnologie digitali, che si svolgerà come di consueto a Torino, dal 18 al 23 ottobre. L’evento riunirà 160 tra i più prestigiosi professionisti del settore – cineasti, produttori, dirigenti, animatori, artisti, sviluppatori di videogiochi, musicisti e formatori – protagonisti di una settimana ricca di appuntamenti, con ben 125 tra talk, workshop, panel e masterclass. Tutte le sessioni saranno disponibili online. Inoltre, solo per quest’anno, sia il programma regolare che lo speciale Summit sul Business Innovativo saranno ad accesso completamente libero.

“Ci sono state così tante cattive notizie in questo 2020, sono quindi entusiasta di poter condividere delle notizie foriere di un cambio di rotta – spiega Maria Elena Gutierrez, Direttrice di VIEW Conference Tutti dovremmo poter fruire di un po’ di luce e gioia in più nelle nostre vite: per questo motivo abbiamo deciso, per la prima volta in assoluto, di rendere il simposio di quest’anno completamente gratuito! Ciascuna sessione sarà inoltre disponibile online. È una fantastica opportunità per far crescere la comunità di VIEW, e per dare il benvenuto nella nostra famiglia a chi non ha la possibilità di raggiungere Torino o di accreditarsi all’evento”.

Alla conferenza di presentazione di VIEW 2020 sono intervenuti, oltre alla Direttrice Maria Elena Gutierrez, anche Massimo Lapucci, Segretario Generale di Fondazione CRT e Direttore Generale delle OGR, Francesca Gambetta, responsabile della missione Creare Attrattività dell’obiettivo Cultura per la Fondazione Compagnia di San Paolo, Francesca Leon, Assessore alla Cultura della Città di Torino e Vittoria Poggio, Assessore alla Cultura, Turismo e Commercio della Regione Piemonte.

View Conference è il primo grande evento di portata internazionale progettato con le OGR Torino in questa nuova fase evolutiva delle Officine, che guardano sempre più al futuro coniugando creatività e innovazione, arte e tecnologia, a partire dal settore del gaming” dichiara Massimo Lapucci, Segretario Generale di Fondazione CRT e Direttore Generale delle OGR. “In una città appena individuata come destinazione per il futuro Centro nazionale dell’Intelligenza Artificiale, le OGR possono giocare un ruolo nazionale nella digital innovation anche quale hub di progetti europei come STARTS, cui Fondazione CRT ha appena aderito, per sviluppare tecnologie più creative, inclusive e sostenibili attraverso la collaborazione tra artisti, scienziati e ricercatori”.

Il principale keynote speaker di questa edizione sarà Ed Catmull, co-fondatore ed ex presidente di Pixar e di Disney Animation, autentico pioniere e visionario della computer grafica, cui si devono la tecnica del Texture Mapping, le patch biquadratiche e l’antialiasing spaziale. Catmull è inoltre autore del libro Verso la creatività e oltre: la lezione della fabbrica dei sogni” descritto come “il primo viaggio accessibile e completo nel centro nevralgico della Pixar”.

Ad arricchire il simposio ci saranno due autentiche leggende degli effetti speciali: il nove volte premio Oscar Dennis Muren, direttore creativo di Industrial Light & Magic (ILM), e Phil Tippet, regista/produttore/supervisore VFX, fondatore dello studio omonimo e a sua volta vincitore di due statuette dell’Academy. Il lavoro di Muren, sempre all’apice della rivoluzione digitale, lo ha visto fornire contributi fondamentali a pietre miliari del cinema come “Jurassic Park” e “The Abyss. A Tippett e ILM si deve la rivoluzionaria tecnica battezzata “Go-Motion”, che mescola animazione in stop motion con la tecnologia motion control. Nel corso delle loro carriere, entrambi hanno contribuito a portare l’arte e la scienza degli effetti visivi verso traguardi sempre più elevati.

Paul Debevec, ingegnere senior di Google VR, terrà una keynote per inaugurare il Summit sul Business innovativo, strutturato in una serie di presentazioni e workshop interni al simposio principale, con approfondimenti sul processo creativo delle ultime grandi produzioni cinematografiche, videogiochi ed esperienze virtuali, così come sulle sinergie tra questa creatività e l’industria a cui si rivolge.

"Le nostre keynote portano alla conferenza una straordinaria profondità di talento ed esperienza, eppure sono solo la punta dell’iceberg” – prosegue la Direttrice Gutierrez – “Quest'anno sono particolarmente orgogliosa della varietà di argomenti e relatori che possiamo offrire. Ad esempio, 43 dei nostri relatori sono donne, tra cui dirigenti di studios, registe di film d'animazione, produttrici, artiste degli effetti visivi e sviluppatrici di videogiochi. Abbiamo in programma una serie di conferenze e dibattiti di grande attualità, che affronteranno le sfide produttive durante la pandemia di Covid-19, e altri che esamineranno gli strumenti e le tecniche di produzione più recenti, incluso un panel sulle produzioni virtuali con Jay Worth di “Westworld”, Sam Nicholson di Stargate Studios e Habib Zargarpour di Unity. Avremo anche dei panel sullo storytelling, sul Lightning e sulle donne nelle produzioni VR... e l'elenco non finisce qui!”.

Il parterre di VIEW 2020 comprende più di 30 grandi nomi tra direttori di studios e responsabili creativi. Mireille Soria, presidente di Paramount Animation, Osnat Shurer, produttrice Disney di “Raya and the Last Dragon” e “Oceania”, e Maureen Fan, co-fondatrice e amministratrice delegata di Baobab Studios, animeranno un panel sulle donne nell’industria dell’Animazione. Un panel sulla diversità e l’inclusione nell’animazione vedrà in campo Ramsey Naito, presidente di Nickelodeon Animation, il quale presenterà anche una sessione speciale dell’emittente incentrata sul lavoro di Miguel Puga (I Casagrandes) e di Niki Lopez (Santiago of the Seas). Nel frattempo, Rob Bredow, Capo di ILM, affronterà il tema del futuro stesso dell’intrattenimento.

VIEW 2020 riunirà anche una trentina di registi di film, cortometraggi e serie televisive animati, tra cui Kris Pearn (La Famiglia Willoughby), Sergio Pablos (Klaus), Kyle Balda (Minions), Peter Ramsey (Spider-Man: Un nuovo universo), Walt Dohrn (Trolls World Tour), Joel Crawford (I Croods), Conrad Vernon (La Famiglia Addams), Eric Darnell (Madagascar) e Jeff Rowe (il reboot delle Tartarughe Ninja per Nickelodeon). In un panel speciale, i registi Jorge R. Gutierrez (Il Libro della Vita), Tony Bancroft (Animal Crackers) e il co-fondatore di Cartoon Saloon Tomm Moore (Wolfwalkers, co-diretto con Ross Stewart) discuteranno sulle prospettive del cinema di animazione.

Soul”, il nuovo, attesissimo film d’animazione targato Pixar, riceverà un trattamento speciale a VIEW Conference, celebrato in una presentazione in cui il supervisore all’animazione Bobby Podesta, il direttore tecnico luci Max Bickley e il direttore tecnico Markus Kranzler discuteranno il loro approccio artistico-tecnologico alla creazione del mondo di "The Great Before", dove le anime acquisiscono la loro personalità prima di giungere sulla Terra.

Il ricco programma di VIEW 2020 prevede per ogni giornata la partecipazione di professionisti di livello mondiale. A rappresentare l’universo degli effetti visivi ecco Roger Guyett di ILM (Star Wars), Hal Hickel (Il Mandaloriano), Stefen Fangmeier (Il Trono di Spade), Anders Langlands di Weta Digital (Mulan), Jay Worth (Westworld) e il direttore creativo di Framestore, Tim Webber (Gravity). A condividere la loro esperienza su realtà aumentata, virtuale ed estesa, e sui media in Real Time, ci saranno Ron Martin di Unity e Sébastien Deguy, vice presidente produzioni 3D e Immersive di Adobe, mentre per Baobab Studios, il responsabile dei contenuti Kane Lee e il direttore creativo Larry Cutler discuteranno il making of del loro ultimo progetto VR, “Baba Yaga”. I partecipanti alla conferenza non vorranno certo perdersi il leggendario Donald “Don” Greenberg, professore e pioniere di CG della Cornell University, in una dotta quanto appassionante conversazione con Eloi Champagne, direttore tecnico VR del National Film Board of Canada. Ben disposti a condividere le loro intuizioni saranno anche il consulente creativo Rafi Nizam e Dylan Sisson di Pixar.

Sviluppatori di videogames e artisti del settore saranno ugualmente ben rappresentati in una vasta gamma di workshop, masterclass e sessioni. Gli argomenti spazieranno dall’arte dello storytelling con Nikola Damjanov di Nordeus – che si unirà al concept artist Sébastien Hue e all’art director di Respawn, Todd Sue, in un panel sull’arte per i videogiochi – all’Art direction con Jan-Bart Van Beek di Guerilla Games, passando per il modo più efficace di creare un’azienda videoludica secondo il co-fondatore di Nordeus, Milan Jovovic. Gli art director di Naughty Dog, John Sweeney ed Erick Pangilinan, sveleranno i segreti del clamoroso successo del videogioco trionfatore dell’anno, “The Last of Us Part II”.

Le OGR Torino saranno protagoniste di View Conference con un panel dal titolo “Gaming Production @ OGR”, durante il quale verrà presentata un’anteprima esclusiva del videogioco nato dalla collaborazione tra l’artista visivo Patrick Tuttofuoco e Mixed Bag, startup della community di OGR Tech. L’appuntamento sarà anche l’occasione per raccontare e presentare il nuovo percorso di accelerazione dedicato a startup che lavorano nel settore del gaming, in partenza alle OGR Tech con Microsoft per la primavera 2021.

Ampliando ulteriormente il campo, il co-fondatore di Pixar, Alvy Ray Smith, presenterà in anteprima il suo rivoluzionario libro, “La biografia del Pixel”, la cui uscita è prevista nella primavera del 2021, mentre Ann Telnaes, vincitrice del Premio Pulitzer per il Cartooning editoriale, mostrerà a VIEW il lavoro da lei realizzato per il Washington Post.

Poco prima dell'inizio della Conference, il pubblico avrà la possibilità di assistere a uno speciale workshop pre-VIEW online con Tony Bancroft, in cui l’animatore premiato agli Annie Awards, regista di “Animal Crackers”, insegnerà l'arte di creare personaggi animati per la commedia.

“Con le sue tante sfaccettature, View Conference rappresenta un’importante occasione per la nostra città perché, oltre a richiamare grandissimi nomi, coniuga due realtà fondamentali quali sono i giovani e l’innovazione” dichiara Francesca Leon, Assessore alla Cultura della Città di Torino.“Ringrazio gli organizzatori che, nonostante il periodo di emergenza che stiamo vivendo, sono riusciti a realizzare questa iniziativa che rappresenta una preziosa vetrina per Torino”.

Seppur in un periodo così difficile come questo che stiamo vivendo, l'edizione 2020  di View Conference saprà portare ancora una volta in Piemonte, in forma diversa dagli anni passati,   i grandi nomi dei creatori di  effetti visivi, animazione, giochi, realtà virtuale” afferma Vittoria Poggio, assessore alla Cultura, Turismo e Commercio della Regione Piemonte, che aggiunge “Mentre cerchiamo di adattarci alla nostra nuova realtà di distanziamento sociale, dobbiamo affidarci alla comunicazione digitale e questa trasformazione del nostro uso quotidiano ci rende ancora più sensibili a progetti come questi che ogni anno portano novità importanti dal mondo della creatività e della tecnologia”.

L’impatto del Covid-19 è stato una dura sfida per il mondo intero. Come tante altre aziende in tutto il mondo, quella dei media digitali e dell’intrattenimento ha accettato di affrontarla, impegnandosi in soluzioni audaci quanto innovative e mantenendo saldi concentrazione e ottimismo. VIEW Conference è dunque orgogliosa di celebrare gli straordinari risultati ottenuti da così tante persone straordinarie in questo anno turbolento.

All’inizio di quest’anno mi chiedevo come avremmo potuto realizzare un evento all’altezza delle edizioni precedenti – conclude Maria Elena Gutierrezma oggi posso dire che il risultato è addirittura superiore. VIEW 2020 sarà interattiva, innovativa e ispiratrice. Non potrei esserne più entusiasta”.

  

A proposito di VIEW 2020

L'edizione 2020 ad accesso libero di VIEW Conference si svolgerà dal 18 al 23 ottobre, presso gli innovativi spazi delle OGR-Officine Grandi Riparazioni di Torino. Quest’anno, per la prima volta nella sua storia, il simposio sarà anche in versione virtuale con ogni singola sessione disponibile on line. Gli accrediti sono aperti e l’intero programma consultabile on line.

Potete consultare il calendario e inviare le vostre domande per i relatori tramite i social media.