Premio Lagrange-Fondazione CRT 2020 ai ricercatori che studiano la pandemia Covid 19

Previous Next

Il Premio Lagrange–Fondazione CRT, il massimo riconoscimento internazionale per la Scienza della Complessità e dei Dati – viene assegnato quest’anno simbolicamente alla comunità scientifica dei ricercatori ISI che stanno studiando da mesi la pandemia Covid 19, per contribuire a fronteggiare la più grande sfida sanitaria, sociale ed economica del nostro tempo.

Il Premio è stato istituito nel 2008 dalla Fondazione CRT con il coordinamento scientifico della Fondazione ISI – Istituto per l'Interscambio Scientifico di Torino. L’Albo d’oro del Premio Lagrange-Fondazione CRT annovera tra i vincitori scienziati di fama internazionale: dal matematico russo Yakov Grigorievich al fisico italiano Giorgio Parisi, dalla neuroscienziata americana Danielle Bassett al fisico cileno César Hidalgo, fino agli ultimi due vincitori della scorsa edizione: i biologi Iain Couzin (UK) e David Gruber (USA), che studiano da anni la complessità del mondo animale per comprendere meglio i meccanismi che regolano la vita sul pianeta.

L’Albo d’Oro del Premio Lagrange Fondazione CRT

2008 Yakov Grigorievich Sinai (matematico, Russia) e William Brian Arthur (economista, UK),

2009 Giorgio Parisi (fisico, Italia)

2010 James J. Collins (bioingegnere, USA)

2011 Albert László Barabási (fisico, Ungheria/USA)

2012 Lada Adamic (studiosa di reti sociali, USA) e Xavier Gabaix (economista, Francia)

2013 Duncan J. Watts (sociologo e studioso di reti sociali, Australia)

2014 Mark Newman (fisico, UK)

2015 Panos Ipeirotis (informatico, Grecia) e Jure Leskovec (informatico, Slovenia)

2016 John Brownstein (epidemiologo, Canada)

2017 Danielle S. Bassett (fisica e neuroscienziata, USA)

2018 César Hidalgo (fisico, Cile/USA)

2019 Iain D. Couzin (biologo, UK) e David Gruber (biologo ed esploratore, USA)