Informazioni importanti per i beneficiari di contributi deliberati prima del 10 marzo 2020

Accettazione e rendicontazione dei contributi

Se hai ricevuto comunicazione di un contributo dopo il 10 marzo 2020, segui le istruzioni contenute nella comunicazione: sono già aggiornate.

Se eri già assegnatario di un contributo prima del 10 marzo 2020 e devi ancora fare gli adempimenti successivi:

Per l’Accettazione del contributo

Invia “il Disciplinare per l’accettazione del contributo” sottoscritto dal Legale Rappresentante, anche con apposizione di firma digitale, allegando il modulo originale di domanda e documento di identità del legale rappresentante esclusivamente all’indirizzo di posta elettronica certificata att_istituzionale@cert.fondazionecrt.it

Per la Rendicontazione del contributo

Se nella comunicazione del contributo hai ricevuto indicazione di utilizzare il sistema di rendicontazione online, puoi fare l’upload del modulo di rendicontazione (e dell’autocertificazione, ove prevista) firmato dal legale rappresentante anche digitalmente (se il tuo sistema di firma produce un formato .pdf);

Se nella comunicazione del contributo hai ricevuto schemi per la rendicontazione tradizionale cartacea, devi:

  • inviare i moduli di rendicontazione sottoscritti dal legale rappresentante (anche digitalmente) e corredati dalla relazione e dagli eventuali giustificativi richiesti, esclusivamente in formato digitale all’indirizzo di posta elettronica certificata att_istituzionale@cert.fondazionecrt.it
  • oppure inviare l’autocertificazione sottoscritta dal legale rappresentante con la prevista relazione e copia del documento di identità esclusivamente in formato digitale all’indirizzo di posta elettronica certificata att_istituzionale@cert.fondazionecrt.it

Insomma, puoi apporre la firma digitale e usare solo formati digitali senza trasmettere nulla in cartaceo: le istruzioni che trovi di seguito, continuano a valere tenendo conto di questo.

Proroga dei termini di utilizzo dei contributi per 12 mesi

Se la tua organizzazione è stata assegnataria di un contributo per attività e iniziative non ancora rendicontate (del tutto o in parte) alla data del 1° marzo 2020, la scadenza dei termini di utilizzo del contributo originariamente comunicata è prorogata d'ufficio per 12 mesi: non devi inoltrare nessuna richiesta di proroga. Hai un anno di tempo in più per la riprogrammazione e la rendicontazione delle attività, in coerenza con le finalità per le quali il contributo è stato assegnato.

Per i contributi assegnati successivamente, fanno fede i termini di utilizzo comunicati nella lettera di assegnazione: sono già aggiornati.

Parziale liquidazione di spese legate all'emergenza Covid-19 a valere su contributi già deliberati

Se la tua organizzazione è stata assegnataria di un contributo per attività e iniziative non ancora rendicontate del tutto o in parte, puoi presentare in rendicontazione (con idonea documentazione di spesa), fino ad un massimo del 30% dell’importo del contributo e senza necessità di preventiva richiesta di variazione di destinazione:

  • spese urgenti connesse con l’emergenza Covid-19 (ad esempio per trasformazione di attività in presenza in attività da remoto, per acquisto di dispositivi di protezione individuali, per attivazione di servizi di solidarietà…);
  • eventuali costi già sostenuti propedeutici alla realizzazione di attività poi annullate.

 Dovrai semplicemente allegare alla normale richiesta di liquidazione un sintetico documento di motivazione delle spese sostenute (tramite il sistema di rendicontazione online o, per le residue rendicontazioni tradizionali, inviando tutto quanto previsto all’indirizzo att_istituzionale@cert.fondazionecrt.it).