Le ultime scoperte dell’Osservatorio Astronomico della Valle d’Aosta

Previous Next

"Una stella per Plutone - I misteri del pianeta nano ai confini del Sistema Solare": è questo il titolo della conferenza di Albino Carbognani, coordinatore delle operazioni scientifiche all'Osservatorio Astronomico della Regione Autonoma Valle d'Aosta a Saint-Barthélemy di Nus, che si terrà giovedì 26 gennaio, alle 21, con ingresso gratuito, nella Biblioteca regionale "Bruno Salvadori" di Aosta.

Partecipanto il sovrintendente agli Studi Fabrizio Gentile, il Consigliere di indirizzo della Fondazione CRT Ugo Curtaz e il direttore della Fondazione Clément Fillietroz Jean Marc Christille. Modera il ricercatore Andrea Bernagozzi.

La conferenza è dedicata all'osservazione del passaggio del pianeta nano Plutone di fronte a una stella (tecnicamente detto "occultazione") fatta lo scorso luglio nell'ambito di un progetto internazionale che ha avuto una grande risonanza negli ambiti professionali. Un altro oggetto ai confini del sistema solare, il pianeta nano Haumea, farà un passaggio di fronte a una stella durante il fine settimana.

Perciò la serata diverrà l'occasione, non programmata, per presentare anche quest'altro studio.

Il 19 luglio 2016, un anno dopo che la sonda New Horizons dell’agenzia spaziale statunitense NASA aveva esplorato per la prima volta da vicino il sistema di Plutone, a circa 5 miliardi di km dal Sole, gli astronomi dell’Osservatorio Astronomico a Saint-Barthélemy hanno rivolto il proprio telescopio più potente verso questo remoto avamposto del Sistema Solare. L’obiettivo era studiare, nell’ambito di una collaborazione internazionale guidata dall’Observatoire de Paris, il raro passaggio di Plutone di fronte a una stella della costellazione del Sagittario. L’occasione era così preziosa che l’agenzia spaziale europea ESA ha concesso in anteprima l’utilizzo dei dati raccolti dalla sonda Gaia sulla posizione della stella, resi ufficialmente pubblici solo due mesi dopo. La conferenza illustra i risultati preliminari dell’osservazione compiuta a Saint-Barthélemy, che ha contribuito a fare una scoperta per certi versi inattesa sulla misteriosa atmosfera di Plutone, l’unico pianeta nano a esserne dotato. Ma i gelidi confini del Sistema Solare potrebbero riservare altre sorprese, forse perfino un pianeta ancora sconosciuto.

La Conferenza di stagione – Inverno 2017 è resa possibile dal contributo di Fondazione CRT a sostegno del progetto “Dalla Terra al cielo, dal cielo alla Terra: una ricerca astronomica delle nostre origini”