Langhe, Roero + Torino: al via il progetto integrato di promozione turistica

Previous Next

12 mila copie della Guide Vert Weekend Michelin Turin Langhe Roero Monferrato in distribuzione in tutti i paesi francofoni (Francia, Svizzera, Canada, Benelux) e nei punti vendita italiani serviti da Michelin, catene librarie e nelle edicole, che contiene anche uno spazio dedicato alle OGR e le definisceuno degli esempi più riusciti in Europa di riconversione industriale

Oltre 10 mila brochure di promozione turistica realizzate in italiano e in inglese descrittive dei due territori. Un road show di promozione internazionale che toccherà Stoccolma, San Pietroburgo, New York, Londra, Cannes.

Sono solo le prime, e alcune, delle azioni realizzate e in programma facenti parte di un più ampio progetto di promozione internazionale ideato dalle ATL Turismo Torino e Provincia e Langhe e Roero - con il contributo
di Fondazione CRT, Città di Torino, Sagat, Città di Alba e Bra - che vede Torino e il territorio di Langa e Roero insieme sotto il claim “Langhe Roero and Turismo Torino Together”.

Il progetto nasce a seguito del protocollo d’intesa siglato lo scorso aprile tra le città di Torino, Alba e Bra, le ATL Turismo Torino e Provincia e Langhe e Roero e la Regione Piemonte. L’obiettivo comune? Presentare i due territori come
un’unica opportunità di viaggio sui mercati internazionali – promuovendo il brand turistico Torino e le Langhe - al fine di incrementare i flussi turistici.

“Entrambi i territori vantano un patrimonio storico, culturale, ambientale e, non ultimo, enogastronomico di assoluta eccellenza da valorizzare e promuovere attraverso attività di promozione congiunta, in particolare in ambito internazionale - dichiara Antonella Parigi, assessore alla Cultura e al Turismo della Regione Piemonte - Questa importante alleanza ha il grande merito di riunire due tra i territori più attrattivi della nostra regione, che valgono, stando ai dati più recenti, valgono circa la metà dei flussi turistici, nonché di andare nella direzione, da noi fortemente auspicata, di offrire un prodotto turistico integrato che aumenti la permanenza dei turisti sul nostro territorio”.

Torino e le Langhe e Roero non sono quindi mai state così vicine e unite. Torino capitale sabauda, con le sue splendide residenze reali, città dell’innovazione tecnologica e del design e le Langhe e il Roero, ai quali l’UNESCO ha riconosciuto l’ambito traguardo di paesaggio culturale, sono costellati di castelli e incantevoli borghi medievali da vivere e ammirare.

E poi l’art de vivre che si respira a Torino è pari alle sensazioni che si provano nei luoghi del vino delle Langhe e del Roero come fare shopping per le vie del centro di Torino è altrettanto emozionante che perdersi tra le sale del WIMU (Wine Museum) di Barolo mentre la natura e il verde delle vallate alpine che circondano Torino sono eccitanti come le attività outdoor da praticare tra le colline di Langhe e Roero.

Ed infine, ma non per importanza, è facile farsi conquistare dalle due capitali del gusto al ritmo di tartufo e cioccolato, tajarin e formaggi d’alpeggio, con un bonèt e un bicerin.

Ecco quindi che i due cuori si uniscono per partire in un road show alla volta di mercati strategici collegati direttamente con l’aereo o il treno, con una serie di azioni mirate, al fine di stimolare l’attenzione di operatori turistici del
settore, media e opinion leader.

“La Fondazione CRT sostiene questo progetto di valorizzazione territoriale per l’impatto socio-economico-culturale positivo che può generare incentivando la mobilità turistica - afferma il Presidente della Fondazione CRT Giovanni Quaglia -. La strategia è unire le forze, fare squadra, "parlare" con una voce unica e coerente per un obiettivo comune: così come il Piemonte deve poter contare sulla capacità attrattiva "plurale" di Torino, anche Torino può trarre beneficio dalle sinergie con il resto del Piemonte, in particolare con quelle realtà come le Langhe e il Roero che, per identità, storia, patrimonio culturale, ambientale, enogastronomico, capacità imprenditoriale e visione innovativa, sono in grado di competere con altre aree forti dell’Europa e del mondo”.

La prima fase del road show si è svolta nel novembre 2017 in occasione del World Travel Market di Londra, il più importante evento B2B dedicato all’industria turistica globale, svoltosi dal 6 all’8 novembre e in occasione della Cena di Gala (20 novembre) dedicata alla cucina piemontese all’interno dell’evento Italian festival Weeks - Food, la settimana dedicata alla cucina italiana a Dubai.
Stoccolma è la tappa prevista nel mese di maggio 2018, grazie al nuovo collegamento aereo di Blue Air in occasione dell’iniziativa “La settimana piemontese” organizzata nella nuova sede di Eataly che ha trovato casa nell’ex cinema
Roda Kvarn sulla via dello shopping Biblioteksgatan. L’opportunità è ghiotta per presentare i due territori in una nazione amante del vino e del cibo italiano attraverso l’organizzazione di menu a tema nei tre ristoranti interni, con la presenza di un desk informativo e con momenti dedicati alla stampa e agli operatori.

Segue la presentazione a San Pietroburgo, a New York durante l’estate e nuovamente a Londra nel mese di settembre. Penultima tappa nel mese di dicembre a Cannes in occasione di The Luxury Travel Market International
(ILTM) l’evento principale per il settore business-to-business per i viaggi di lusso. Ultima tappa all’estero – negli Emirati Arabi - in occasione dell’Asta Mondiale del Tartufo Bianco d’Alba.

“Siamo certi che entrambi i territori potranno fortemente beneficiare di questa promozione congiunta - sottolinea Alberto Sacco, Assessore al Turismo della Città di Torino –. L’obiettivo è andare incontro alle esigenze di coloro che ricercano nuove opportunità di viaggio permettendogli di visitare molteplici mete in un unico itinerario. Torino, le Langhe e Roero sono un’eccellenza delle destinazioni e costituiscono un unico grande brand turistico da promuovere. Abbiamo scelto di puntare su mercati strategici come Svezia, Russia, Stati Uniti e Regno Unito, direttamente collegati con la nostra città, per favorire un turismo internazionale. Ritengo molto positiva la scelta di operare in modo sinergico tra enti e istituzioni pubbliche, modalità che consente una più ampia e appetibile offerta da parte di un settore strategico per il sistema economico piemontese”.

Il format è comune a tutte le presentazioni: prevede uno storytelling dei territori in location esclusive che valorizzino il concetto di “eccellenza delle destinazioni” con a seguire una degustazione di prodotti tipici del territorio alla
presenza di uno chef o di un ambasciatore del territorio.