Fondazione CRT porta alle OGR "Open singing", nell'ambito di "MITO per la città", che invita i cittadini a cantare insieme.

Previous Next

La Fondazione CRT, nell'ambito del proprio sostegno alla cultura nelle sue molteplici declinazioni, collabora con "MITO per la città" portando alle OGR "Open Singing": un concerto aperto alla cittadinanza, inivtata a cantare insieme a coristi e direttore; un appuntamento per tutti, in sintonia con la vocazione inclusiva e la vision di Fondazione e OGR. 

Sabato 7 settembre si terrà il Giorno dei cori, uno degli appuntamenti più attesi di MITO. Cantare in coro fa bene al cuore e alla mente – come ama ripetere il direttore artistico Nicola Campogrande – e la proposta si delinea di anno in anno con novità legate ai programmi e ai partecipanti. Nel 2019 i cori sono quindici, non solo italiani e distribuiti in dieci concerti. Tutte le voci si riuniranno poi a fine giornata per cantare insieme al pubblico e al Coro Giovanile Italiano guidato da Michael Gohl in MITO Open Singing. Il direttore che nel 2016 fece conoscere il piacere di cantare tutti insieme proporrà, accanto a grandi classici, pezzi più popolari e accessibili anche ai neofiti, come le versioni corali in prima assoluta delle canzoni Che sarà di Fontana/Migliacci/Pes e La terra dei cachi di Elio e le Storie Tese.

MITO per la Città è la rassegna, nata nel 2009 come estensione di MITO SettembreMusica, che diffonde in teatri, chiese e spazi che costituiscono il tessuto dei quartieri, il programma classico del festival con concerti serali in sedi informali, prezzi popolari o gratuità per tutti e soprattutto per chi non frequenta abitualmente le sale da concerto. 13 giovani allievi del Conservatorio Giuseppe Verdi cui si aggiungono per la prima volta 6 artisti dell’Accademia Stefano Tempia si esibiranno in concerti itineranti in Case di riposo e centri per la disabilità, sedi di servizi della salute e della cultura.

per informazioni http://www.mitoperlacitta.it/