OGR a scuola di accoglienza con il corso Operatori Museali e Disabilità

Previous Next

Le OGR sono il primo polo culturale in Italia ad essersi dotato del decalogo per l’accessibilità degli spazi e la fruibilità degli eventi for all con l’obiettivo di fornire, a chi organizza un evento, alcune indicazioni per consentire la piena partecipazione a persone con esigenze specifiche, in modo autonomo, sicuro, comodo e piacevole, attraverso una diffusa ed ampia accessibilità.

Secondo tassello del percorso di realizzazione di eventi “for all”, è una tre giorni intensiva di training dello staff di OGR, dal 18 al 20 giugno 2018, focalizzata sul tema “accessibilità”, in termini di capacità di accogliere e buone prassi di comunicazione attraverso il miglioramento delle capacità relazionali degli operatori.

L’iniziativa è la naturale evoluzione del progetto “Operatori museali e disabilità” , sviluppato dal 2012 da Fondazione CRT e da Fondazione Paideia, con l’obiettivo di migliorare l’accoglienza dei visitatori con bisogni particolari e con disabilità nei musei, implementando così una cultura inclusiva attenta ai bisogni di tutti.

Dal gennaio 2012 a maggio 2018 sono state realizzate: 29 edizioni del corso base, 18 seminari di approfondimento, 3 laboratori di produzione di storie sociali, 6 corsi di LIS per un totale di oltre 100 musei del territorio nazionale e di oltre 100 operatori museali formati.

Il 2018 è Anno europeo del patrimonio culturale e oggi più che mai diventa fondamentale parlare di accessibilità a 360 gradi. Abbattere le barriere relazionali, che sono ingombranti tanto quanto le barriere architettoniche, è presupposto imprescindibile per stimolare un cambiamento culturale che contempli il ripensamento dei modelli organizzativi e gestionali, ancor prima che strutturali, e che renda il tema dell’accoglienza una vera e propria politica condivisa. Solo così la cultura può diventare esperienza per tutti e di tutti.