Crowdfunding: attive le campagne on line dei primi due progetti socio-culturali di +Risorse

Previous Next

È partito il crowdfunding per sostenere i primi due progetti di enti non profit culturali e sociali del Piemonte e della Valle d’Aosta, vincitori del bando +Risorse di Fondazione Sviluppo e Crescita CRT ed Eppela, la principale piattaforma italiana di crowdfunding reward based (basata sul sistema delle ricompense).

Da oggi e per i prossimi 40 giorni i cittadini potranno effettuare le offerte sulla piattaforma eppela.com/sviluppoecrescitacrt ed essere così tra i primi beneficiari dei progetti stessi, il cui obiettivo è la valorizzazione del territorio tramite lo sviluppo di nuove reti sociali.
A questo criterio risponde ORT-UP: orti in comunità dell’Associazione Maria Madre della Provvidenza Giorgio Valsania che propone di estendere la buona pratica degli orti sostenibili, attualmente presenti a Caselle e a Torrazza Piemontese, anche nel territorio di Chieri. Gli Orti Sostenibili sono nati con l’intento di contrastare il disagio giovanile creando nuovi posti di lavoro a loro dedicati e coltivare prodotti freschi e genuini da distribuire sul territorio alle famiglie più bisognose. Una pratica che si avvale anche della partecipazione attiva di diverse cascine nel torinese, ristrutturate e arredate dall’Associazione, destinate ad accogliere persone in condizioni di difficoltà che si occupino della coltivazione dei terreni adiacenti l’abitazione.

Col biglietto sospeso nessuno escluso è invece l’iniziativa ideata da Museo A come Ambiente con l’intento di facilitare gli accessi agli spazi museali delle fasce più deboli, favorendo la partecipazione di chi, altrimenti, sarebbe escluso dalle attività proposte. L’idea alla base del progetto è quella di attivare nel visitatore meccanismi virtuosi di partecipazione, con una forte attenzione alla tematica ambientale. La proposta consente quindi l’acquisto di un biglietto di ingresso da poter mettere a disposizione di qualcun altro, permettendo anche alle fasce meno abbienti della popolazione di usufruire alla proposta culturale e scientifica e di partecipare agli eventi promossi dal Museo. Uno strumento per favorire l’aggregazione sociale e ridurre le differenze di accesso non solo ai beni materiali ma anche a quelli immateriali.

L’iniziativa +Risorse, finanziata interamente dalla Fondazione Sviluppo e Crescita CRT e ideata con lo staff di Eppela, prevede il cofinanziamento delle offerte raccolte secondo il meccanismo del matching grant: al raggiungimento del 50% dell’obiettivo fissato, le offerte saranno raddoppiate da Fondazione Sviluppo e Crescita CRT fino al tetto massimo complessivo di 130 mila euro.

Link ai progetti

Ort-Up orti in comunità - https://www.eppela.com/it/projects/19792-ort-up-orti-in-comunita

Col biglietto sospeso nessuno è escluso! - https://www.eppela.com/it/projects/19701-col-biglietto-sospeso-nessuno-e-escluso

 

Fondazione Sviluppo e Crescita CRT

Costituita nel 2007 per iniziativa della Fondazione CRT, è un ente senza fine di lucro che collabora per lo sviluppo e la crescita del territorio di riferimento del fondatore, cui sono collegate le proprie finalità istituzionali. Opera affiancando l'attività istituzionale tradizionale della Fondazione CRT con molteplici attività a carattere innovativo, ascrivibili al campo ed alle logiche di impact investing.

La Fondazione Sviluppo e Crescita CRT ha come obiettivo il trasferimento delle competenze, lo sviluppo di nuove reti, l'incremento della sostenibilità dei progetti e la promozione dell'innovazione.

 

Eppela

È per contatti, progetti e raccolta la prima piattaforma italiana di crowdfunding reward-based e tra le prime 5 in Europa. Fondata a fine 2011 da Nicola Lencioni, è la prima realtà italiana ad aver inoltre ideato un modello di collaborazione in partnership, chiamato Mentoring, pensato per aziende e istituzioni interessate ad utilizzare la piattaforma per individuare talenti e sostenere progetti meritevoli di interesse. Eppela ha come obiettivo ultimo quello di rivoluzionare il mercato del lavoro e dare valore ai suoi protagonisti. Un mercato che sia fondato sulla meritocrazia e sulla capacità di sfidare i limiti di un sistema estremamente burocratico.