Artissima 25: numeri, premi e acquisizioni della Fondazione per l'Arte CRT

Previous Next

Domenica 4 novembre si è conclusa la venticinquesima edizione di Artissima, Internazionale d’arte contemporanea, diretta per il secondo anno da Ilaria Bonacossa.

I Numeri

Nelle quattro giornate di apertura Artissima ha visto 54.800 visitatori, 2.800 persone in più rispetto allo scorso anno, confermandosi protagonista tra gli appuntamenti d’arte contemporanea imprescindibili a livello mondiale e trampolino di lancio per i talenti emergenti e le gallerie di ricerca. 35 Paesi rappresentati da 195 gallerie, di cui 47 per la prima volta in fiera, 79 italiane e 116 straniere. Complessivamente, nelle 8 sezioni della fiera di cui quattro dirette da board di curatori internazionali, sono state esposte oltre 1.000 opere. Larghissima come sempre l’affluenza di curatori e direttori di musei che ha superato le 300 presenze da tutto il mondo, con oltre 150 professionisti inseriti a vario titolo dalla fiera stessa nelle diverse iniziative (comitati, giurie, incontri, walkie talkies, etc.) oltre naturalmente a collezionisti e responsabili acquisizioni da 30 Paesi di cui 12 extraeuropei (principalmente Arabia Saudita e Sud America) che ha contato più di 5.500 presenze in fiera e nella città di Torino. Grande l’affluenza di collezionisti, principalmente stranieri, presenti per la prima volta ad Artissima, a dimostrare il lavoro di espansione della fiera.

 

La Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT

La Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT ha confermato anche quest’anno il proprio impegno presso la fiera internazionale Artissima 25 acquistando 16 opere di valore commerciale complessivo di oltre 300.000 euro.

La Fondazione per l’Arte CRT ha inoltre acquistato 58 libri d'artista, per un valore commerciale complessivo di circa 23.000 euro, presso FLAT - Fiera Libro d'Arte a Torino, appuntamento internazionale dedicato al libro d’artista e d’arte contemporanea alla sua seconda edizione. Le opere acquisite confluiranno nell'apposito fondo istituito presso la GAM – Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea di Torino, il Fondo Giorgio Maffei, dedicato al noto bibliofilo torinese. La selezione delle opere è stata affidata a Elena Volpato, curatrice della GAM e responsabile del fondo libri d'arte del museo.

Premi

Premio FLAT- Fondazione Arte CRT

La seconda edizione del Premio FLAT- Fondazione Arte CRT è stato assegnato al progetto editoriale Gay – L’Incontro, Frammenti di vita, Momenti di vita comune proposto da Mousse Publishing, che verrà realizzato in occasione dell’edizione 2019 della fiera.

La selezione del vincitore è stata effettuata da un apposito Comitato Scientificoformato da Liliana Dematteis, curatrice di libri d'artista e collezionista;Richard Flood, Director of Special Projects and Curator At Large, New Museum, New York; David Senior, Head of Library and Archives, SFMOMA, San Francisco; Ken Soehner, Chief Librarian, Watson Library, The Metropolitan Museum of Art, New York; l’artista Lawrence Weiner.
“Siamo concordi nel credere che un importante progetto editoriale di artecontemporanea debba investigare progetti storici andati perduti o ancora poco conosciuti - afferma il comitato scientifico della fiera - in modo da creare un nuovo contesto per lavori già esistente. Il progetto di Mousse Publishing Gay – L’Incontro, Frammenti di vita, Momenti di vita comune rientra proprio in questa tipologia, poiché propone la pubblicazione di un corpus ancora inedito di immagini del fotografo Giordano Bonora realizzato negli anni ’80. Il ritratto della comunità transgender di Bologna negli anni ‘80 abbinato a testi critici di studiosi e teorici sono ancora molto attuali e il comitato scientifico e lieto di sostenere questo progetto di Mouse attraverso il Premio Flat.”

OGR AWARD 2018

OGR Award 2018 è stato assegnato all'artista Tomâs Saraceno con l'opera Radio Galena; l'artista, presentato dalla Galleria Pinksummer nell'ambito della sezione Sound, è stato selezionato da apposita giuria composta da Anna Colin, Judith Waldmann e Lorenzo Giusti con la seguente motivazione:
"Siamo rimasti colpiti dalla qualità della nuova sezione Sound di Artissima e dal sensibile approccio al lavoro, collocato in un ambiente dedicato alle pratiche sonore e consapevole delle sfide poste dalla loro esposizione. Come per ogni giuria, la scelta non è stato facile, ma ci siamo espressi unanimemente a favore dell'opera di Tomás Saraceno, "Radio Galena", un ricevitore minerale sonoro, che trasmette il suono di una stazione radio utilizzata dai nativi argentini per discutere di diritti terrieri e di indipendenza. Abbiamo valutato l'opera sia dal punto di vista formale che per il suo impegno sociale e ambientale, e per questo motivo abbiamo scelto di assegnare OGR Award a Tomás Saraceno. Come giurati, vorremmo anche dare una menzione speciale all'opera storica dell'artista italiano Ugo La Pietra, "Audio Casco", che ha suscitato su di noi un forte impatto."

 

(Foto di Giorgio Perottino)