Fondazione CRT mette a disposizione una nuova "casa" per il Fondo "Tullio De Mauro"

Previous Next

La Fondazione CRT ha offerto una nuova “casa” al Fondo De Mauro: si trova nel cuore di Torino, in via Arsenale 27/E, è stata appena inaugurata ed è ora aperta alla consultazione. Il Fondo nasce da una raccolta privata donata alla Rete Italiana di Cultura Popolare da Tullio de Mauro e da sua moglie Silvana Ferreri nel 2011. La raccolta è il frutto di 60 anni di ricerche dell’insigne linguista ed ex Ministro dell’Istruzione: migliaia di libri, opuscoli, documenti di “letteratura grigia” relativi ai dialetti italiani e alle lingue di minoranza, dizionari dialettali, testi letterari, raccolte di filastrocche, proverbi, racconti e fiabe. La Fondazione CRT ha reso possibile – sia in termini economici, sia destinando due borse di tirocinio a giovani laureati – il progetto di catalogazione e digitalizzazione dei contenuti, per renderli fruibili al grande pubblico, a partire dalle scuole.

La Fondazione CRT accompagna la Rete Italiana di Cultura Popolare sin dalla sua nascita, sostenendola nelle sue molteplici attività di promozione della cultura immateriale con oltre 1 milione di euro. Queste risorse rappresentano un vero e proprio investimento per la salvaguardia e la diffusione del patrimonio di saperi che connotano fortemente l’identità delle comunità locali – un mix di storia, tradizioni, letteratura – introducendo anche modalità di fruizione innovative. La Società OGR-CRT, ente strumentale della Fondazione CRT, ha inoltre prodotto un film doc dedicato al prezioso fondo: “Futuro Anteriore. Il nuovo Fondo Tullio De Mauro”, un grande racconto collettivo composto da opere di testimoni delle culture popolari, antropologi, poeti dialettali, studiosi e scrittori.