Esposti al pubblico i 33 manoscritti originali del carcere, consultabili anche in formato digitale

Previous Next

Torino, 9 maggio 2016 - La Fondazione CRT-Cassa di Risparmio di Torino sostiene la mostra "I Quaderni di Gramsci", che sarà presentata in anteprima al XXIX Salone Internazionale del Libro di Torino dal 12 al 16 maggio.

Saranno esposti al pubblico "I Quaderni del carcere", i 33 manoscritti originali su cui Antonio Gramsci annotò le proprie riflessioni dal 1929 al 1935, considerati una delle opere classiche della letteratura filosofica e politica del Novecento. Disposti in quattro teche, secondo la successione cronologica stabilita nell'edizione critica del 1975, i Quaderni saranno integralmente consultabili anche in formato digitale: due touch screen presenti nella sezione multimediale, infatti, permetteranno di sfogliarne le pagine ponendo a diretto confronto il testo originale con il suo “doppio” digitale.

Il restauro dei manoscritti originali è stato recentemente completato dall'Istituto Centrale per il Restauro e la Conservazione del Patrimonio Archivistico e Librario.

La mostra, organizzata dalla Fondazione Istituto Gramsci, ha il patrocinio della Città di Torino e della Regione Piemonte: al termine del Salone del Libro, sarà trasferita a Milano, alle Gallerie d'Italia di piazza della Scala, dal 20 maggio al 17 luglio.