Massimo Lapucci alla guida dello European Foundation Centre

Previous Next


·        Il Segretario Generale della Fondazione Cassa di Risparmio di Torino Lapucci sarà il prossimo Presidente del Centro europeo della filantropia a Bruxelles

·        La filantropia come polo aggregativo di risorse e come strumento per rafforzare l’identità europea

Il Segretario Generale della Fondazione CRT, Massimo Lapucci, sarà il prossimo Presidente dello European Foundation Centre (EFC), il centro europeo della filantropia a Bruxelles. L’associazione internazionale non profit, nata nel 1989 con l’obiettivo di rafforzare il ruolo della filantropia nella società, conta oggi oltre 220 membri provenienti da 40 Paesi, in particolare dall’Europa e dagli Stati Uniti, che gestiscono complessivamente un patrimonio di oltre 200 miliardi di euro. La prossima presidenza di Massimo Lapucci – già consigliere di EFC, che assumerà la nuova carica nei primi mesi del 2017 con un mandato triennale – è stata annunciata durante l’ultima Assemblea generale dell’EFC. Si tratta di un incarico di grande responsabilità, che tiene conto del crescente ruolo che l’Italia sta assumendo nel mondo del non profit.

“In un momento storico caratterizzato da grandi sfide per l’Europa e le istituzioni europee – ha dichiarato il Segretario Generale della Fondazione CRT Massimo Lapucci – è importante consolidare il ruolo della filantropia, non solo come polo aggregativo di risorse in grado di far fronte ai bisogni di un sistema socio-economico in perdurante difficoltà, ma anche come strumento capace di rafforzare la nostra identità europea”.

La Fondazione CRT è già impegnata da tempo in iniziative di valorizzazione attraverso il rafforzamento dei rapporti tra le comunità locali e l’Europa. Un esempio significativo è rappresentato da Entrepreneurs for Social Change, progettato e realizzato insieme all’ONU per supportare i giovani imprenditori sociali dell’area euro-mediterranea a sviluppare le proprie idee di business, perché creino nuove opportunità di occupazione nei propri Paesi e promuovano una cultura del dialogo e della conoscenza reciproca. Molto attiva inoltre la partecipazione ad organismi e iniziative nazionali ed europee, quali EVPA-European Venture Philanthropy Association e Social Impact Agenda per l’Italia.