Castello di Racconigi: restaurato il monumentale fregio neoclassico del Palagi

Previous Next

Torino, 26 novembre 2016 – Per la prima volta è visibile al pubblico nel Castello di Racconigi il monumentale fregio in gesso "Il trionfo del console Paolo Emilio sul re Perseo", restaurato con il contributo della Fondazione CRT, storicamente il principale sostenitore privato della residenza sabauda dichiarata dall’Unesco patrimonio mondiale dell’umanità.

Il fregio, capolavoro della scultura italiana di epoca neoclassica, getta nuova luce sui progetti di Carlo Alberto per il Castello di Racconigi. Ideato da Pelagio Palagi sui modelli di Antonio Canova per essere collocato nella Sala del Biliardo, fu realizzato intorno al 1840 dallo scultore genovese Giuseppe Gaggini. È composto da 34 lastre per una lunghezza complessiva di 47 metri, raffiguranti un lungo corteo di circa 150 figure umane, cavalli, buoi e carri che trasportano il ricco bottino di guerra: il tema allude al buon governo del sovrano, alla sua cultura e alle sue possibili vittorie militari.

Rinvenuto recentemente in un deposito delle Margarie, il fregio è stato restaurato nei mesi scorsi dallo studio Traversi di Bergamo nei locali delle cucine settecentesche del Castello adibite a laboratorio temporaneo. La ricomposizione della sequenza del bassorilievo in base ai circa 200 frammenti ritrovati nei depositi ha rappresentato la prima sfida da affrontare, insieme alla delicatezza del gesso, alla particolare fragilità della superficie e alle notevoli dimensioni dell’opera, che ha un’altezza di 1,20 metri e uno sviluppo lineare di 47 metri (circa 20 metri in più rispetto a quanto inizialmente ipotizzato): tutti questi aspetti hanno consigliato di procedere al restauro sul posto, proprio per evitare i rischi legati alla movimentazione.

La rinascita del fregio è frutto della sinergia pubblico-privato, grazie al contributo di 150 mila euro della Fondazione CRT, in collaborazione con la Fondazione CRC, alcuni sponsor, il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo – Polo Museale del Piemonte e l’Associazione Amici del Real Castello di Racconigi.

Lo stanziamento della Fondazione CRT per il fregio è l’ulteriore tassello di un investimento complessivo di circa 6 milioni di euro per importanti opere di recupero e valorizzazione dell’antica residenza sabauda e del parco. In particolare, il primo rilevante finanziamento della Fondazione CRT ha garantito i restauri degli appartamenti del terzo piano, degli arredi di tutta la residenza, della sacrestia, del “Reposoir della Regina” alle Margarie, dei manufatti di pietra e cotto. Nel periodo 2006-2009 sono state risistemate le strade e le piante del parco, ed effettuati lavori di messa in sicurezza e illuminazione nel Castello e nelle serre.

Ulteriori risorse della Fondazione CRT hanno permesso di realizzare gli ascensori per il superamento delle barriere architettoniche, il restauro e il riallestimento degli appartamenti, delle finestre, degli arredi, dei mobili e delle biblioteche, con la schedatura e il riordino dei volumi. Altri interventi hanno riguardato le opere murarie propedeutiche al restauro delle cucine e degli appartamenti “Roda” presso le Margarie.