Presentazione ToTour4All, la nuova app turistica per tutti

Previous Next

Torino 17 febbraio 2015 - E' stata presentata oggi in Fondazione CRT “ToTo4All”, la nuova App turistico-culturale, disponibile gratuitamente e fruibile anche da persone con difficoltà motorie, visive e uditive. La nuova App, compatibile su piattaforme Apple e Android, permette di scoprire Torino attraverso un itinerario circolare tra 30 punti di interesse culturale, storico e artistico. ToTo4All è stata realizzata per favorire lo sviluppo a Torino del turismo con disabilità, proponendo percorsi in piena autonomia.

L’iniziativa è stata resa possibile dalla Fondazione CRT, in collaborazione con l’Istituto Italiano per il Turismo per Tutti (IsITT), la Consulta per le Persone in Difficoltà onlus di Torino (CPD) e l’ATL Turismo Torino e Provincia. Alla presentazione sono intervenuti Cristina Giovando, Consigliere di Amministrazione della Fondazione CRT; Giuseppe Antonucci, Presidente Istituto Italiano per il Turismo per Tutti; Paolo Osiride Ferrero, Presidente Consulta per le Persone in Difficoltà onlus; Danilo Bessone, Comitato Direttivo Turismo Torino e Provincia.


ToTo4All trasmette un forte messaggio di inclusione: un uso efficace della tecnologia che rende tutti uguali nel piacere di visitare e scoprire il centro storico di Torino. 

Agli interventi istituzionali ha fatto seguito l’illustrazione di App e sito web da parte di Anna Follo, Istituto Italiano per il Turismo per Tutti (IsITT), coordinatrice del progetto, e la proiezione del video ToTo4All - Torino Tour for All.  La presentazione di è conclusa con un tour dimostrativo guidato da persone con disabilità motorie e sensoriali: Carlotta Bisio, Alessio Lenzi e Fabrizio Marta.

ToTo4All è parte integrante della League of Accessible and Historical Cities, un progetto nato nell’ambito dello European Foundation Center con l’obiettivo di promuovere l’accessibilità dei centri storici delle città europee. Oltre alla Fondazione CRT aderiscono alla Lega 10 fondazioni di tutta Europa che hanno sviluppato progetti sull’accessibilità in 5 città europee: oltre a Torino, Avila (Spagna), Mulhouse (Francia), Viborg (Danimarca), Sozopol (Bulgaria) e Lucca.

L’iniziativa si pone l’obiettivo di accrescere e rafforzare Torino come destinazione turistica per tutti, migliorare l’offerta a favore di turisti con esigenze speciali e potenziare la posizione della Città quale destinazione accessibile per i tour operator specializzati. Si tratta di obiettivi interessanti, se si considera che in Europa i turisti disabili orientati a viaggiare sono circa 36 milioni (su una popolazione totale di quasi 750 milioni), ma solo 6 milioni lo fanno realmente. In sostanza 30 milioni di persone con bisogni “speciali” possono essere interessate a viaggiare, ma per diverse ragioni vengono ancora escluse dai circuiti ufficiali del turismo.

Se a questo si aggiunge il fatto che sovente ogni persona con disabilità viaggia accompagnata, si arriva a 60/70 milioni di persone che in Europa sono potenzialmente disponibili al turismo, quasi il 10% del totale della popolazione. In Italia, la popolazione con particolari esigenze di ospitalità disponibile a viaggiare può essere stimata in circa 6 milioni, il 10% della popolazione totale.

LE IMPOSTAZIONI DELLA APP ToTo4All

L’App permette di scegliere l’impostazione di accessibilità preferita: Mobilità, Ipovedenti, Non vedenti e Uditiva. Nella modalità “Mobilità” sono a disposizioni informazioni relative al percorso da seguire (in modalità semplificata e dettagliata), alle caratteristiche delle pavimentazioni e alle indicazioni sull’accessibilità dei punti di interesse lungo l’itinerario, sulla disponibilità di servizi igienici accessibili, di punti di ristoro (bar, caffetteria) accessibili.

4 opzioni sulla disabilità, 1 percorso turistico che tocca 30 punti di interesse: botteghe storiche, chiese, muei, monumenti per godere appieno delle bellezze della città.

Nella modalità “Ipovedenti” i testi sono scalabili con possibilità di ingrandimento o diminuzione del carattere, senza ricorso a sfondi o colori. Nella modalità “Non vedenti” è presente la descrizione audio dei punti di interesse e dei collegamenti con le caratteristiche della mappa sequenziale, attraverso il sistema integrato agli smartphone e ai tablet. Nella modalità “Uditiva” sono presenti i video dei singoli punti di interesse con la descrizione in lingua dei segni italiana (LIS) e la sottotitolatura in italiano e in inglese.

L’App presenta un percorso circolare (da piazza Castello a piazza Castello, rappresentativo di aspetti storici, architettonici, sociali e di vita quotidiana e concepito per favorire l’inclusione turistica in piena autonomia da persone con esigenze specifiche) con tre sotto-percorsi (Percorso Quadrilatero, Percorso San Carlo, Percorso Via Po) e 30 punti di interesse divisi in 6 categorie: Botteghe storiche, Chiese, Edifici storici e musei, Siti archeologici, Monumenti e Architetture urbane.
Entrando nella App si trovano i testi descrittivi dei punti di interesse adattati a ciascuna disabilità, la navigazione per mappa, la descrizione audio e i video con traduzione in lingua dei segni italiana (LIS) e sottotitolatura.

Tutti gli elementi presenti nella App si possono scaricare dal sito www.torinotourforall.it: le descrizioni dei punti di interesse e dei connettori in formato PDF; i video con la descrizione dei punti di interesse in lingua dei segni italiana (LIS) e con sottotitolatura in italiano e in inglese (disponibile su canale YouTube); gli schemi grafici dell’itinerario e dei tre percorsi; la mappa schematica dell’itinerario e i disegni dei diversi punti di interesse, realizzati per la lettura visivo-tattile, e adatti per la stampa in rilievo con tecnica stereocopy.

LA FONDAZIONE CRT E L'IMPEGNO PER L'INCLUSIONE

La Fondazione CRT pone grande attenzione alle iniziative volte a migliorare la qualità della vita delle persone, operando a fianco delle associazioni e degli enti che in Piemonte e in Valle d’Aosta lavorano nel campo della disabilità. Tra le iniziative nate per garantire supporti alle fasce più deboli della popolazione, la Fondazione ha messo in campo: il bando Vivomeglio per migliorare la qualità della vita delle persone disabili, favorirne l’integrazione sociale, rendere accessibili le strutture, mettere a punto strumenti tecnologici a loro servizio; Operatori museali e disabilità, un’iniziativa di formazione realizzata in collaborazione con la Fondazione Paideia; da quest’anno ha inoltre avviato la campagna membership Abbonati Sostenitori dell’Abbonamento Musei Torino Piemonte per donare l’abbonamento alle famiglie di bambini con disabilità seguite dalla Fondazione Paideia Onlus.

Le iniziative a favore della disabilità si estendono anche a livello internazionale: nel contesto di EFC – European Foundation Centre, la Fondazione CRT fa parte della Lega delle Città Storiche e Accessibili, nel cui ambito è stato sviluppato il progetto Torino Tour for All.