Tornano in centro le grandi statue egizie di Ramesse II e Sekhmet dopo il restauro

Previous Next

Torino, 4 marzo 2015 - Le grandi statue di Ramesse II e Sekhmet, realizzate dalla Fondazione CRT, socio fondatore del Museo Egizio di Torino,  questa mattina sono state ricollocate nei punti strategici del centro di Torino, dopo un accurato lavoro di restauro e in occasione della prossima apertura del Museo Egizio.

La riproduzione di Ramesse II campeggia di nuovo in via Lagrange, nello spiazzo alle spalle dell’hotel Principi di Piemonte; due esemplari di Sekhmet si trovano in piazza Carlo Felice, di fronte a Porta Nuova; una terza statua di Sekhmet si trova in corso Bolzano, tra l’ingresso B e l’ingresso C della stazione di Porta Susa.

Le grandi statue hanno una straordinaria funzione segnaletica e specie nei prossimi mesi saranno certamente molto utili per i numerosi turisti che visiteranno Torino durante l’Expo e l’Ostensione. L’intervento di recupero, realizzato come le statue da Italdesign - Giugiaro s.p.a, ha riguardato anche il basamento della grande Sfinge che accoglie torinesi e turisti all'imbocco dell'autostrada di Corso Giulio Cesare.  Le statue furono realizzate nel 2006: il loro ricondizionamento ha comportato un nuovo contributo da parte della Fondazione CRT di 50.000 euro.