Il Piccolo Principe diventa opera lirica al Teatro Carignano di Torino

Previous Next

Va in scena il Piccolo Principe, la creatura nata dalla penna di Antoine de Saint Exupéry, pietra miliare della letteratura non solo infantile. Il grande classico diventa opera lirica in tre atti, con musiche e libretto di Alberto Caruso, che verrà eseguita a Torino, presso il Teatro Carignano, lunedì 15 giugno 2015 alle ore 20; una produzione Accademia Perosi Onlus con il sostegno della Fondazione CRT, per la regia di Mario Acampa.

Ambientato in un aeroporto scarno di una città fantasma anni ’50, con hostess e steward che evocano l’iconica compagnia aerea PanAm, in un terminal senza confini, senza percorsi obbligati, secondo l’interpretazione del regista e della produzione, il libretto di Caruso è costruito sull’idea portante della valigia, metafora ideale di ciò che ogni uomo, ogni giorno, porta con sé, una valigia carica di sogni, aspirazioni, errori, desideri, buoni propositi e rimpianti. Sulla scena una scala per farci scappare, stretti al mancorrente, un varco verso l’inconscio più profondo e le fantasie più segrete, un posto in cui chiedersi, insieme al piccolo principe, dove abbiamo sbagliato? cos’è veramente importante? qual è il vero amore?

A prestare la voce ai personaggi delineati da Caruso, nella triplice veste di compositore, librettista e maestro concertatore, i soprano Claudia Sasso (Piccolo Principe), e Carolina Mattioda (Rosa), il mezzosoprano Julija Samsonova-Khayet (Volpe), il basso Gabriele Bolletta (Re, Geografo, Serpente), il baritono Richard Alexandre Rittelmann (Ubriaco, Lampionaio, Capostazione), il tenore Mattia Pelosi (Vanitoso, Uomo d’affari, Venditore di pillole, Antoine), con le coreografie di Antonio Della Monica, le scene di Francesco Boerio, i costumi di Ilaria Magini e le luci di Marcello Cavoto.  Le musiche saranno eseguite dall'Ensemble di ex borsisti sostenuti dalla Fondazione CRT nell'ambito del progetto Talenti Musicali.

La produzione si pone in linea con l’obiettivo didattico-formativo del progetto Diderot della Fondazione CRT, rivolto a tutte le scuole di ordine e grado del Piemonte e della Valle d'Aosta.

L’evento è a ingresso libero, previa prenotazione ai seguenti recapiti: tel 011.5629708 - mail piccoloprincipe@agenziauno.com

Talenti Musicali è un progetto ideato e promosso dalla Fondazione CRT che offre, attraverso un bando annuale, borse di studio per il perfezionamento di giovani musicisti in possesso di diploma tradizionale del vecchio ordinamento, oppure di diploma accademico di primo livello dei Conservatori piemontesi o della Valle d’Aosta. In dieci anni sono oltre 150 i giovani musicisti che hanno potuto perfezionarsi grazie alle borse del progetto: molti di loro sono oggi affermati professionisti.