Diderot: i 50 migliori studenti si sono sfidati nella finale di matematica del Digital Mate Training

Previous Next

Torino, 29 aprile 2015- Si sono sfidati martedì pomeriggio nella finale di Digital Mate Training, presso il Dipartimento di Matematica Giuseppe Peano dell'Universita' di Torino, ben 50 ragazzi di terza, quarta e quinta superiore di diverse scuole del Piemonte e Valle d'Aosta.

I ragazzi hanno dovuto risolvere in due ore un problema matematico legato alla vita di tutti i giorni usando un computer con un ambiente di calcolo evoluto, cioè lo strumento più potente inventato in questi ultimi anni per apprendere la matematica ma soprattutto per risolvere problemi, simulare, trovare strategie risolutive e prendere decisioni. I primi otto classificati riceveranno un buono da spendersi per l'acquisto di materiale didattico.

La sfida finale arriva dopo un training di diversi mesi iniziato a novembre scorso: in una prima fase alcuni formatori dell'Università hanno insegnato alle classi (e ai loro docenti) ad utilizzare un ambiente di calcolo evoluto; successivamente si è tenuto un training a distanza, in piattaforma. Ogni settimana veniva pubblicato un problema da risolvere, i ragazzi venivano guidati a trovar la soluzione attraverso dei forum e degli appuntamenti a distanza con i formatori che illustravano loro il problema. Al termine veniva pubblicata in piattaforma una possibile soluzione completa.

Alla gara finale sono arrivati 50 ragazzi su 3750, selezionati in parte dai loro docenti-  che sono stati coinvolti nel progetto-  e in parte dalle gare semifinali.

Il Progetto Digital mate Training si propone di stimolare e rafforzare le abilità matematiche-informatiche sempre più necessarie per affrontare in modo adeguato e maturo gli insegnamenti curriculari che richiedono l'uso di strumenti logico-matematico-informatici. Le abilità matematiche-informatiche sono anche competenze di base utili per la formazione di un cittadino più consapevole chiamato ad un ruolo attivo nei processi di trasformazione. L'iniziativa, che è finanziata dalla Fondazione CRT e rientra nell'ambito del progetto Diderot,  ha riscosso grande successo tra studenti e docenti, secondo quanto emerso dai questionari somministrati. E' innovativo, stimola i ragazzi, e soprattutto si allinea perfettamente con le iniziative del MIUR, in particolare con il Progetto Problem Posing and Solving che vuole rinnovare l'insegnamento e l'apprendimento della Matematica.