Più di 1.200 candidature per la terza edizione di Enterpreneurs for social Change

Previous Next

Si è chiuso il bando 2015 di Enterpreneurs for Social Change, giunto alla terza edizione, un’iniziativa che è il frutto della collaborazione fra la Fondazione CRT e l’Alleanza delle Civiltà delle Nazioni Unite (progetto dell’ONU per promuovere il dialogo e la collaborazione tra le culture). I giovani imprenditori selezionati parteciperanno a lezioni e workshop strutturati per fornire loro gli strumenti e le tecniche più efficaci per avviare o rafforzare un’impresa sociale nel proprio paese di origine.

Sono 1.232 le candidature pervenute, a fronte delle 340 nel 2013. 58% maschi, 42% femmine, i giovani che si son candidati arrivano da 26 Paesi: 233 dalla Palestina (erano 11 le candidature nel 2013); 205 dall’Egitto, 105 dalla Giordania, 110 dall’Albania, 105 dal Marocco, 59 dall’Algeria, 51 dalla Turchia, 36 dall’Italia, 22 dalla Spagna, 21 dalla Siria, Libano e Francia, 18 dal Portogallo e dalla Libia, 16 dal Kosovo, 13 dalla Bosnia, 12 dalla Grecia, 14 dalla Macedonia, 10 da Montenegro e Serbia, 3 dalla Croazia; 2 da Cipro, Malta e Slovenia.

Dal 2012 la Fondazione CRT collabora con l’Alleanza delle Civiltà delle Nazioni Unite (United Nations Alliance of Civilizations - UNAOC). Nel 2013 anche in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri il lancio del progetto Entrepreneurs for Social Change (E4SC) : training e mentoring a sostegno di giovani imprenditori sociali dell’area del Mediterraneo. Peculiarità del progetto è la forte attenzione all’interculturalità. L’Alleanza, proposta dal Primo Ministro spagnolo, José Luis Rodríguez Zapatero, alla 59ª assemblea generale dell'ONU del 2005, si oppone all'estremismo attraverso il dialogo e la cooperazione internazionale, interculturale e interreligiosa, in particolare per le tensioni tra occidente e mondo islamico. La guida un "Alto Rappresentante per l'Alleanza delle Civiltà", titolo assegnato, nell'aprile del 2007, dal Segretario Generale dell'ONU Ban Ki-moon, all'ex Presidente del Portogallo Jorge Sampaio.

Dal settembre 2012 l'Alto Rappresentante è Nassir Al-Nasser, Qatar.