Concerto di premiazione dei vincitori del bando Talenti Musicali 2014

Previous Next

Mercoledì 3 dicembre, alle ore 21, nel salone dei concerti del Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino sarà possibile ascoltare in concerto alcuni vincitori delle borse di studio di Talenti Musicali della Fondazione CRT.

Insieme al Direttore del Conservatorio m° Vito Maggiolino interverrà nella serata Annapaola Venezia, Vice Segretario Generale della Fondazione CRT.

Talenti Musicali è un progetto ideato e promosso dalla Fondazione CRT che offre, attraverso un bando annuale, borse di studio per il perfezionamento di giovani musicisti in possesso di diploma tradizionale del vecchio ordinamento, oppure di diploma accademico di primo livello dei Conservatori piemontesi o della Valle d’Aosta,

In dieci anni sono oltre 150 i giovani musicisti che hanno potuto perfezionarsi grazie alle borse del progetto: molti di loro sono oggi affermati professionisti.

che siano disponibili ad effettuare un periodo di perfezionamento, compreso tra gli otto e i dodici mesi, presso istituzioni, accademie o scuole di perfezionamento in Italia o all’estero selezionate dagli stessi candidati.

In dieci anni sono state attivate circa 150 borse di studio che hanno consentito ai vincitori di perfezionare il proprio percorso formativo agevolando l’ingresso nel circuito professionistico.

I vincitori di quest’anno sono stati 28 e di questi ad esibirsi nella serata saranno i primi quattro.

Il percussionista Simone Rubino quest’anno andrà a perfezionare la sua già notevole tecnica presso la Musik Hochschule di Monaco di Baviera. Durante il concerto eseguirà Chega de saudade, un brano tradizionale brasiliano arrangiato da Gary Burton, e Rebonds B di Iannis Xenakis.

L’arpista Valerio Lisci sta già studiando al Conservatorio di Bruxelles; suonerà Sicilienne Variée, di Jean-Michel Damase e Contemplation, di Henriette Renie.

Fabio Fausone, violoncellista, andrà a Lugano, al Conservatorio della Svizzera Italiana. Interpreterà il Preludio dalla III Suite in do maggiore BWV 1009 di Johann Sebastian Bach e, accompagnato dal pianista Stefano Musso, Fantasiestücke op.73 di Robert Schumann.

Infine potremo ascoltare la giovanissima violinista Fabiola Tedesco, diplomata quest’anno a soli 17 anni, che presto andrà in Austria al Vorarlbergerlandes Konservatorium di Feldkirch. Eseguirà la Sonata n.2 op 27 di Eugène Ysaye e, insieme alla pianista Chiara Biagioli, lo Scherzo in do minore di Johannes Brahms.


L’edizione di quest’anno ha premiato:

  • Valerio Lisci, 20 anni, arpa
  • Fabiola Tedesco, 17 anni, violino
  • Fabio Fausone, 22 anni, violoncello
  • Simone Rubino, 21 anni, percussioni
  • Andrea Albano, 21 anni, clarinetto
  • Antonio Capolupo, 22 anni, clarinetto
  • Lyn Vladimir Mari, 24 anni, violino
  • Alberto Marchisio, 26 anni, pianoforte (duo con Paolo Poma)
  • Paolo Poma, 25 anni, clarinetto (duo con Alberto Marchisio)
  • Giuseppe Massaria, 20 anni, violoncello
  • Francesco Vernero, 24 anni, viola
  • Anna Astesano, 20 anni, arpa
  • Davide Cava, 20 anni, pianoforte
  • Francesco Gilardi, 24 anni, violino
  • Brice Olivier Mbigna Mbakop, 20 anni, violino
  • Marco Norzi, 23 anni, violino
  • Aleck Carratta, 24 anni, pianoforte
  • Corinne Curtaz, 24 anni, violino
  • Matteo Forla, 20 anni, oboe
  • Stefano Fracchia, 22 anni, corno
  • Adriano Gaglianello, 30 anni, composizione
  • Martina Gallo, 19 anni, violino
  • Annachiara Gedda, 28 anni, composizione
  • Edoardo Pezzini, 22 anni, oboe
  • Arianna Rossi, 21 anni, arpa
  • Eleonora Spina, 22 anni, pianoforte
  • Anica Dumitrita Vieru, 24 anni, violino
  • Paolo Vuono, 21 anni, violino