ONU: Acquisizione dello status ECOSOC da parte della Fondazione CRT

Previous Next

Il Consiglio Economico e Sociale delle Nazioni Unite è uno dei sei organi principali dell’ONU (i più conosciuti sono l’Assemblea Generale e il Consiglio di Sicurezza). L’ECOSOC si occupa di tutte le tematiche economiche, sociali, culturali, educative e sanitarie. È composto da 54 stati membri dell’ONU e prende tutte le sue decisioni durante la sessione annuale che si svolge nel mese di luglio.

L’ECOSOC è l’organo ufficiale delle Nazioni Unite preposto ad accreditare entità della società civile che si distinguono particolarmente per la capacità di promuovere a livello locale, nazionale e internazionale i valori dell’ONU.

Dal 1945 a oggi migliaia di entità della società civile hanno provato ad acquisire lo status ECOSOC. Al 2013 3.900 organizzazioni hanno ricevuto questo status.

Lo status ECOSOC svolge le seguenti funzioni:

  • È un riconoscimento da parte delle Nazioni Unite della funzione dell’organizzazione accreditata nel promuovere i valori dell’ONU.
  • Permette all’organizzazione accreditata di partecipare alle sessioni annuali dell’ECOSOC e dell’Assemblea Generale, permette di intervenire in forma consultiva su tutti i temi di cui si occupano le Nazioni Unite.
  • Autorizza l’organizzazione accreditata a designare fino a cinque rappresentanti ufficiali, che avranno diritto a un pass delle Nazioni Unite e potranno così seguire i lavori dell’organizzazione e intervenire direttamente in forma consultiva secondo il protocollo dell’ONU.
  • Permette all’organizzazione designata di acquisire credibilità e visibilità presso la comunità internazionale, gli altri stati membri, e le altre organizzazioni della società civile.
  • Dà diritto all’entità accreditata di organizzare eventi e presentazioni all’interno del Palazzo di Vetro, eventualmente in collaborazione con agenzie delle Nazioni Unite, stati membri, o altre organizzazioni della società civile.
 

Il processo di accreditamento presso le Nazioni Unite richiede normalmente circa due anni e prevede:

  • La presentazione di una documentazione dettagliata sui motivi della domanda.
  • L’analisi da parte del comitato ECOSOC, incluse eventuali domande da parte degli stati membri.
  • La votazione da parte del comitato ECOSOC.
 

La Fondazione CRT ha straordinariamente ottenuto lo status ECOSOC in 13 mesi, avendo inviato la domanda a giugno 2013 e ricevuto risposta affermativa da parte delle Nazioni Unite a luglio 2014.

Il successo ottenuto è un sintomo della solidità delle relazioni internazionali che la Fondazione CRT ha costruito negli ultimi due anni. Il progetto che la Fondazione CRT gestisce insieme all’Alleanza delle Civiltà delle Nazioni Unite e insieme al governo italiano, ovvero Entrepreneurs for Social Change (E4SC) ha anche svolto la funzione di apripista rispetto alla candidatura all’ECOSOC e le ha dato solidità e credibilità.

La Fondazione CRT è la prima Fondazione di origine bancaria ad aver ottenuto questo riconoscimento da parte delle Nazioni Unite. Questo apre la porta a un ruolo proattivo da parte di entità della società civile con le caratteristiche della Fondazione CRT per portare la propria esperienza e le proprie buone pratiche a servizio della comunità internazionale.

Infine, la relazione che la Fondazione CRT ha costruito e sta rafforzando con le Nazioni Unite è in continuità col ruolo di Torino come polo di formazione del sistema Onu.