Al via la decima edizione del progetto Diderot per le scuole di Piemonte e Valle D'Aosta

Previous Next

Torino, 25 settembre 2014 – Si presenta oggi, giovedì 25 settembre alle ore 11, nel Salone d’Onore della Fondazione CRT (via XX Settembre 31), l’edizione 2014/2015 del progetto Diderot. La presentazione torinese costituisce la prima tappa del road show che anche quest’anno si snoda in tutto il Piemonte e ad Aosta.

Intervengono Massimo Lapucci, Segretario Generale della Fondazione CRT e Antonio Catania, Vice Direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte. Parleranno poi i partner delle sempre più numerose linee progettuali, che quest’anno raggiungono il totale di 19.

Il progetto compie 10 anni e ha coinvolto quasi 400.000 studenti con un investimento complessivo di 14 milioni di euro

Diderot giunge nel 2014 alla sua decima edizione, con numeri che ne testimoniano il crescente successo e il coinvolgimento sempre più attivo degli istituti scolastici. Dalla prima edizione hanno preso parte all’iniziativa circa 19.000 classi, 28.000 insegnanti e 380.000 studenti. Nell’ultima edizione 2013/2014 hanno aderito quasi 100.000 studenti, 6.500 insegnanti, 4.600 classi. Il successo attesta la solidità del progetto ed è la prova dell’interesse da parte della scuola a fornire agli studenti un’offerta formativa arricchita rispetto alla didattica di base.

La Fondazione CRT considera le risorse destinate all’istruzione e alla ricerca come dei veri e propri investimenti sul capitale umano, fattore determinante per lo sviluppo del territorio – dichiara Massimo Lapucci - La nostra Fondazione ritiene essenziale l’impegno di chi lavora per una buona scuola e si unisce a questo lavoro sinergico proponendo bandi e progetti che arricchiscono l’offerta formativa a tutti i livelli dell’istruzione, dalle scuole materne alla specializzazione post universitaria. Per il solo progetto Diderot la Fondazione CRT ha complessivamente erogato sino ad oggi circa 14 milioni di euro ”.

Con un efficace ampliamento dell’offerta formativa che si inoltra nei diversi spazi culturali – sottolinea Antonio Catania - dalla salute all’etica, dalla tutela ambientale allo sviluppo sostenibile, dalla matematica alla storia, e grazie soprattutto alla qualità dei percorsi individuati, rivolti agli studenti delle scuole di ogni ordine e grado, il Progetto Diderot riveste un ruolo di primo piano nella costruzione del profilo dei giovani, accanto e in appoggio all’istituzionale iter scolastico”.

In una lettera inviata alla Fondazione CRT il Direttore generale per gli ordinamenti scolastici del MIUR, Carmela Palumbo, riconosce la qualità del progetto: “Vorrei ringraziare ed esprimere il mio apprezzamento alla Fondazione CRT per gli interventi che, in modo massiccio, sta predisponendo a favore delle scuole di Piemonte e Valle d’Aosta. Le 19 linee progettuali appaiono tutte caratterizzate da un autentico spirito di innovazione e qualificazione dell’offerta formativa delle scuole”.

Le linee progettuali di Diderot 2014/2015

Le linee progettuali che Diderot offre alla scuola sono 19. I nuovi corsi riguardano l’insegnamento della matematica attraverso software per sviluppare la capacità di problem solving (“Digital Mate training”); l’informatica e il “Computing” con le linee “Rinnova…mente: tra codici e numeri!” e
“Programmo anch’io!”; l’area Giornalismo e filosofia.

Si ripropongono le collaborazioni con Slow Food e la Fondazione Veronesi: in occasione del Salone del Gusto e Terra Madre, che si svolgerà a Torino dal 23 al 27 ottobre, i ragazzi che nella scorsa edizione avevano partecipato alla linea “Spunti e spuntini” saranno protagonisti di alcuni laboratori di educazione alimentare.

Con la Fondazione Veronesi si ripeterà “No smoking be happy!”, il percorso museale didattico e i laboratori interattivi che fanno emergere le conseguenze
negative del fumo.

Anche quest’anno un’attenzione particolare viene riservata all’approfondimento degli studi di matematica, con le linee Matematica all’n-esima potenza, Matetraining e Alfaclass, che hanno dato vita al Premio Matematica Fondazione CRT. L’edizione 2014 del premio si è svolta sabato 13 settembre sera al Teatro Nuovo di Torino davanti a un migliaio tra studenti, insegnanti e parenti.

La serata è stata anche animata da alcune “science talks”, brevi “pillole” di curiosità scientifiche elaborate e presentate dagli studenti stessi.

Consulta le linee del Progetto Diderot 2014/2015.

Per iscriversi alle linee progettuali è necessario partecipare a una delle presentazioni in programma. Consulta il calendario del road show.

Il progetto Diderot 

Dedicato allo scrittore e filosofo francese ideatore dell’Enciclopedia, il Progetto Diderot fa suo sin dalla denominazione un approccio multidisciplinare al sapere, spaziando dalle discipline scientifiche a quelle umanistiche, da tematiche di attualità quali l’educazione alimentare e l’etica alla musica e al giornalismo. Si articola in lezioni, corsi, spettacoli e conferenze volti ad avvicinare gli studenti di ogni ordine e grado a un’offerta eterogenea di discipline. Un vasto programma che si realizza con il fondamentale supporto degli insegnanti e che vuole stimolare nei ragazzi apprendimenti significativi, nello spirito di networking e di valorizzazione e condivisione del knowhow di ciascuno che caratterizza le attività della Fondazione.