Presentazione Festival Oralità Popolare 2013

Previous Next

Dal 7 al 9 giugno torna il Festival dell'Oralità Popolare, appuntamento annuale con le storia, le esperienze, le parole, la musica che appartengono al patrimonio collettivo della comunità.

La conferenza stampa di presentazone si è tenuta ieri presso l'Urban center di Torino e ha visto gli interventi di

MAURIZIO BRACCIALARGHE - Assessore Cultura, Turismo e Promozione Città di Torino

ILDA CURTI - Assessore Urbanistica, Rigenerazione urbana, Suolo pubblico, Integrazione e Nuove cittadinanze, Arredo urbano Città di Torino

ELIDE TISI - Assessore Politiche sociali, Politiche per la famiglia, Sanità, Servizi assistenziali, Emergenze abitative, Edilizia pubblica Città di Torino

MARIAGRAZIA PELLERINO - Assessore ai Servizi Educativi Città di Torino

ANTONIO MARCO D'ACRI - Assessore al Bilancio, Relazioni internazionali, Cultura, Patrimonio Provincia di Torino

ANTONIO DAMASCO - Direttore Rete Italiana di Cultura Popolare

MATTEO PESSIONE - Coordinatore delle attività di venture philanthropy della Fondazione CRT

 

LA FONDAZIONE CRT PER LA RETE ITALIANA DI CULTURA POPOLARE

La Fondazione Cassa di Risparmio di Torino da dieci anni sostiene la Rete Italiana di Cultura Popolare. Sono svariate le attività che la vedono coinvolta nella collaborazione con la Rete:

- il sostegno al Festival Internazionale dell’Oralità Popolare . Per questa edizione, la Fondazione CRT e la Rete seguiranno gli eventi su Facebook e Twitter e attiveranno l’hashtag #OP2013 su Instagram per raccogliere le immagini più belle della manifestazione

- lo sviluppo della prima piattaforma web dedicata alla cultura popolare, che permetterà la condivisione del più grande archivio dedicato all’argomento, realizzato grazie alla donazione di Tullio de Mauro (linguista italiano ed ex Ministro dell’Istruzione). La piattaforma consentirà a tutti i partner della Rete di gestire e implementare contenuti e documenti audiovisivi legati ai riti e alle tradizioni del nostro Paese e delle nazioni a cui si è esteso il progetto

- l’implementazione di Arianna, la Rete Euro Mediterranea di Cultura Popolare, che ha l’obiettivo di sviluppare politiche e iniziative per la valorizzazione e diffusione del patrimonio immateriale tra i Paesi dell’area euro-mediterranea

- la progettazione e il sostegno del progetto Borse Lavoro, finalizzato all’attivazione di alcune borse di tirocinio per neodiplomati piemontesi e valdostani presso imprese e laboratori italiani di eccellenza.