Creative Camp "Il libro del futuro"

Previous Next

Il 14 e il 15 maggio si è tenuto presso le Officine Grandi Riparazioni il Creative Camp Torino “Il Libro del futuro ” nell’ambito del progetto europeo CCAlps (Creative Companies in Alpine Space). Hanno partecipato al seminario 20 imprese attive negli ambiti ICT e della creatività - provenienti principalmente dal territorio piemontese ma anche da Francia e Germania – selezionate a seguito della manifestazioni di interesse indetta dalla Regione Piemonte in collaborazione con la Fondazione CRT. Hanno portato il loro contributo anche esperti della Domus Academy di Milano.

Nel corso delle 2 giornate i rappresentanti delle aziende  hanno potuto confrontarsi fra di loro e con i creativi Alberto Rollo, Direttore letterario Feltrinelli, Fauso Vitaliano, sceneggiatore di fumetti, Olimpia Zagnoli, illustratrice e Francesca Coluzzi, studiosa: un brainstorming finalizzato a porre le basi per lo sviluppo del “Libro del futuro”. 

La riflessione, molto ricca, ha riguardato molteplici ambiti ed aspetti, dai bisogni del lettore al ruolo dell’editore, dalle “caratteristiche” – talento e flessibilità - dell’autore, a quelle che potrebbero o che, almeno per qualcuno, dovrebbero essere i tratti caratterizzanti il libro del futuro: processo versus prodotto, strumento multicanale ma anche strumento in grado di recepire e supportare esperienze molto diverse, capacità di risposta a tutti o quasi i lettori, oggetto portatile, di forma finita o canale digitale, infinito? Frammentazione della lettura e necessità di intrecci fra mondo virtuale e mondo reale.

Nei prossimi mesi, le aziende che hanno partecipato al workshop potranno presentare il loro progetto del libro del futuro e riceveranno le considerazioni da parte di importanti aziende dell’ambito editoriale e creativo.

IL PROGETTO CCALPS - CREATIVE COMPANIES IN ALPINE SPACE

Il progetto CCAlps – Creative Companies in Alpine Space, finanziato dal Programma di Cooperazione Territoriale Europea “Spazio Alpino” ha come obiettivo la definizione di una strategia condivisa per il supporto alle industrie culturali e creative, attraverso la creazione di una rete di centri nevralgici (hub) che siano in interconnessione tra loro ed in grado di facilitare il trasferimento della conoscenza, al fine di creare un valore aggiunto per l’economia locale e realizzare le condizioni socio economiche che permettano, all’interno delle politiche europee, il superamento delle barriere esistenti e creino opportunità di sviluppo sostenibile nell’area. 

CCAlps include 9 partners appartenenti a 6 differenti nazioni europee (Italia, Francia, Germania, Austria, Svizzera, Slovenia). Il ruolo di capofila è svolto dalla Regione Lombardia, mentre la Regione Piemonte partecipa in qualità di partner del progetto.