Iniziativa Lavoro 2018

Previous Next

Iniziativa Lavoro – nelle quattro edizioni susseguitesi tra il 2015 ed il 2018 – ha facilitato l’incontro tra domanda e offerta di lavoro, agevolando il contatto con le aziende da parte di donne, uomini e giovani alla ricerca di un impiego.

Iniziativa lavoro ha funzionato come un “acceleratore” rivolto a: giovani con meno di 29 anni in cerca di primo impiego e con profili di qualificazione media e medio bassa; donne e uomini in condizione di disagio lavorativo, senza limiti di età né precedente occupazione; persone interessate a tornare a lavorare dopo periodi senza ricerca attiva.

Tramite i progetti proposti da enti e associazioni non profit – costituiti in partenariato locale con aziende, centri per l’impiego, agenzie formative, agenzie accreditate dalla Regione per i servizi al lavoro – Iniziativa Lavoro ha consentito l’attivazione di oltre un migliaio di job opportunity, attraverso il disegno di percorsi di accompagnamento personalizzati: attività di (ri)costruzione delle competenze di accesso al mercato (orientamento professionale, consulenza, tutoraggio, conoscenza dello status normativo, ecc.), formazione specifica comprendente anche la sicurezza sul lavoro, periodo di tirocinio in un’impresa o di avvio al lavoro autonomo.

Grazie alla diffusione del progetto, in grado di attivare e anche stabilizzare nel tempo, micro-reti locali generative di collaborazioni inedite nella costruzione dei percorsi di accompagnamento e capaci di interpretare l’obiettivo di realizzare una sperimentazione di welfare taylor-made nell’ottica di ciò che oggi va riconoscendosi come “welfare di comunità”.


La Fondazione CRT ha investito oltre 5,1 milioni di euro in 4 anni per ‘Iniziativa Lavoro’, contribuendo così a contrastare alcune delle fragilità del nostro tempo e a ‘incollare’ pezzi di una società sempre più frammentata – dichiara il Presidente della Fondazione CRT Giovanni Quaglia –. È una risposta a un bisogno che parte dall’ascolto delle diverse istanze della comunità, sia persone sia imprese, per aiutare ad aprire nuove prospettive di futuro senza sovrapporsi o sostituirsi all’intervento pubblico”.

Iniziativa Lavoro attiva un processo di networking tra i diversi soggetti e operatori del mercato del lavoro, chiamati a presentare proposte in partenariato: è questo il valore aggiunto del progetto – afferma il Segretario Generale della Fondazione CRT Massimo Lapucci –. Questa sinergia permette di creare percorsi di inserimento lavorativo personalizzati che possano colmare la distanza non di rado riscontrata tra le reali necessità delle imprese e le competenze di specifiche categorie professionali, spesso maggiormente fragili”.

Gli inserimenti lavorativi nelle riguardano ad oggi (gennaio 2019) per l’80% adulti in attesa di ricollocazione o inattivi, e per il restante 20% giovani under 29 in cerca di primo impiego. Il 90% sono posti in azienda, a fronte di un 10% di opportunità di lavoro autonomo, nei diversi settori produttivi: dall’agricoltura alla ristorazione e all’ospitalità turistica, dalle aziende web related alla manifattura, dall’artigianato ai servizi alle imprese e alla persona. Si tratta di dati ancora in evoluzione, poiché i progetti finanziati nel 2018 sono in parte cin corso, in parte in fase di avvio entro il primo semestre 2019.

Iniziativa Lavoro è stato accompagnato da un processo di valutazione costante dell’implementazione e soprattutto dell’esito occupazionale sul medio periodo (estendibile al lungo, poiché il monitoraggio dei soggetti coinvolti continuerà), nonché degli effetti: intendendo con questi ultimi la verifica della reale capacità dei singoli progetti finanziati di prendere in carico soggetti mediamente più svantaggiati e l’analisi della permanenza al lavoro dei soggetti presi in carico, rispetto a quelli primi esclusi nelle selezioni dei singoli progetti. Tali dati saranno resi disponibili progressivamente a partire dalla primavera 2019 (poiché gioco forza derivanti da un’analisi ex post ad una certa distanza temporale dalla conclusione dei percorsi).

BANDO 2019

Nel 2019 avranno corso i progetti finanziati nel 2018, ma non sarà riproposto il bando secondo lo schema consolidatosi nelle varie edizioni.

Iniziativa lavoro sarà infatti sottoposto ad un processo di complessiva rivalutazione, in vista di un eventuale aggiornamento o riproposizione con modalità differenti. Tale sospensione e rielaborazione è funzionale:

  • all’analisi delle prime valutazioni di effetto che saranno disponibili nel primo semestre 2019, 
  • alla comprensione delle mutate condizioni del mercato rispetto alla fase di gestazione e implementazione del bando, risalente ormai a 5 anni fa,
  • all’entrata in funzione delle profonde trasformazioni, non ancora completamente delineate, che la legislazione nazionale va introducendo in questi mesi sul mercato del lavoro e sulla infrastrutturazione dei Centri per l’Impego.

Restano peraltro disponibili sul sito i materiali relativi alle ultime due edizioni del bando sia per la consultazione e l’utilizzo da parte dei partenariati che stanno ancora lavorando sui progetti, alcuni dei quali si concluderanno a metà 2020.

MATERIALE BANDO 2018

Il bando per l'anno 2018 prevedeva due scadenze per la presentazione dei progetti:

Per presentare un progetto a valere sul bando Iniziativa Lavoro è necessario consultare i seguenti documenti:

I progetti dovevano essere presentati dal soggetto capofila - a mezzo posta - avvalendosi dei seguenti schemi, come puntualmente previsto dal bando: