Progetto Diderot: linea Spunti e spuntini, alle origini del cibo

Previous Next

Nell’ambito del Progetto Diderot la linea Spunti e spuntini: alle origini del cibo ha come obiettivo quello di far conoscere la filiera del cibo sia a livello industriale che artigianale di piccola scala.

Attraverso momenti ludici gestiti dai divulgatori nelle classi, agli alunni sarà data l'opportunità di conoscere il valore di ciò che mangiamo, conoscendo meglio anche tutti i mestieri coinvolti nella produzione.

Con questa esperienza gli studenti avranno la possibilità di:

  • riflettere sul legame che ogni prodotto ha con la terra;
  • ripercorrere a ritroso il percorso della filiera produttiva;
  • comprendere a fondo la distinzione tra cibo e merce;
  • conoscere la differenza tra agricoltura familiare e agricoltura industriale;
  • conoscere il ciclo di vita vegetale e la parte edibile delle piante;
  • accrescere il proprio vocabolario sensoriale con l'assaggio di prodotti di qualità e l'esame organolettico degli alimenti;
  • educare alla curiosità e superare i pregiudizi alimentari;
  • proporre un metodo di conoscenza orientato al consumo consapevole.
 

DESTINATARI

Circa 13.000 studenti delle scuole primarie e secondarie di Piemonte e Valle d’Aosta.
Per quanto riguarda le scuole primarie si segnala che alcune tematiche possono risultare complesse e pertanto (a discrezione dei docenti) più indicate per le classi III, IV e V.

METODOLOGIA DIDATTICA E TEMPISTICHE

  • un incontro nelle scuole della durata di circa 1 ora;

  • la partecipazione facoltativa ad un bando la cui scadenza è fissata per il 30 aprile 2015;

  • una visita, per le classi vincitrici del bando a Cheese 2015, evento organizzato da Slow Food a Bra (Cn) nel mese di settembre 2015.

 
NUMERO DI INCONTRI E LUOGO
Verranno svolti indicativamente 3 incontri per 3 classi nel medesimo giorno, tra novembre 2014 e maggio 2015, presso la sede della scuola medesima.
 

COMPOSIZIONE DEGLI STUDENTI
Verrà svolto un incontro con ogni classe. Sarà valutata caso per caso la possibilità di organizzare dei gruppi misti di massimo 30 alunni (composti da più classi) anche in funzione degli spazi messi a disposizione.

PARTICOLARI NECESSITA' PER LA REALIZZAZIONE DELLA LINEA  

Sarà necessario uno spazio adeguato (eventualmente anche nelle classi medesime) e la possibilità di proiettare (eventualmente con lavagna interattiva multidisciplinare -LIM o videoproiettore) una presentazione PowerPoint e dei video. 

MATERIALE DIDATTICO

  • una dispensa “Manuale delle Buone pratiche” edito da Slow Food corredata di attività didattiche di educazione alimentare ai docenti;
  • una copia del gioco di carte didattico “Go gardening” alla classe;
  • un poster su “Agricoltura familiare” a cura di Slow Food alla classe.

INFO E REALIZZAZIONE PROGETTUALE

Per informazioni puntuali è necessario contattare il partner operativo che si occupa della realizzazione della linea:

Slow Food Italia
Ufficio Educazione
Sito: www.slowfood.it
E-mail: prenotazioni.educazione@slowfood.it
Telefono: 0172/419.638 - 674