Europa Creativa: Audience development

Previous Next

Il 16 Luglio 2015 la Fondazione CRT, in collaborazione con Europe Direct Torino e con il Creative Europe Desk Italia Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, organizza presso la sua sede, in via XX Settembre 31 a Torino, “Audience Connection. Seminario su Audience Development e Film Literacy in Europa Creativa”.
Focus dell'evento è il tema dell’Audience Development, ossia il processo strategico e dinamico di allargamento e diversificazione del pubblico e di miglioramento delle condizioni complessive di fruizione. L’Audience Development rappresenta una priorità trasversale di Europa Creativa, che pervade sia il Sottoprogramma Cultura che il Sottoprogramma Media, basata sui concetti di accessibilità e partecipazione culturale.
La mattinata avrà inizio con Leila Nista, Enrico Bufalini, Marzia Santone e Silvia Sandrone del Creative Europe Desk Italia, che presenteranno i Progetti di cooperazione, le Piattaforme europee e il sostegno alla Film literacy. Seguirà una discussione, introdotta e moderata da Alessandro Bollo, Fondazione Fitzcarraldo  e da Simone Moraldi di FLAG, con i rappresentanti di quattro progetti finanziati da Europa Creativa: Giuliana Ciancio per BeSpectACTive!, Elisa Giovannelli per ABCinema, Federico Spoletti per FRED@School, Roberto Frabetti per Small size, performing arts for early years. Chiuderà i lavori Luca Bergamo, di Culture Action Europe, uno dei più grandi network sul settore culturale e creativo in Europa.
Europa Creativa è un programma quadro di 1,46 miliardi di euro dedicato al settore culturale e creativo per il 2014-2020, composto da due sotto-programmi (Sottoprogramma Cultura e Sottoprogramma MEDIA) e da una sezione transettoriale (fondo di garanzia per il settore culturale e creativo + data support + piloting).

L'AUDIENCE DEVELOPMENT IN EUROPA CREATIVA

L’Audience Development in Europa Creativa rappresenta sia una risposta alla frammentazione dei mercati culturali, che creano delle barriere linguistiche e nazionali per la circolazione di prodotti culturali e audiovisivi, sia una strategia per creare nuove forme di coinvolgimento del pubblico (anche attraverso le ICT) e, soprattutto, del non pubblico. Nel Sottoprogramma Cultura c’è stato un vero e proprio cambio di paradigma: i Progetti di Cooperazione e le Piattaforme Culturali, rispetto alla precedente programmazione, devono contemplare sia l’offerta (mobilità/visibilità di opere e operatori culturali), che la domanda culturale. Inoltre, nel Sottoprogramma MEDIA, è stato lanciato per la prima volta un nuovo schema di sostegno finanziario per favorire la diffusione della film literacy, tramite il sostegno a progetti di qualità, la crescita e lo sviluppo di un pubblico europeo. La film literacy, intesa come alfabetizzazione al linguaggio cinematografico e audiovisivo, è uno strumento prezioso per aiutare le giovani generazioni a sviluppare uno sguardo critico e consapevole rispetto all’offerta del mercato e per stimolare una cittadinanza attiva più attenta e curiosa verso i film recenti e del patrimonio, contribuendo così a costruire un nuovo pubblico per il cinema europeo.

Il Creative Europe Desk Italia rappresenta il Desk ufficiale in Italia sul Programma Europa Creativa. Coordinato dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo in cooperazione con Istituto Luce Cinecittà s.r.l., fa parte del network dei Creative Europe Desks, nominati e cofinanziati dalla Commissione Europea. La rete dei Creative Europe Desks è stata creata dalla Commissione Europea per fornire assistenza tecnica gratuita ai potenziali beneficiari di Europa Creativa e per promuovere il Programma in ogni paese partecipante. In Italia il Creative Europe Desk nasce dall’esperienza pluriennale dell’ex Cultural Contact Point Italy e degli ex Uffici MEDIA Desk Italia e Antenna Media ed è formato dall’Ufficio Cultura, responsabile del Sottoprogramma Cultura, e dagli Uffici MEDIA di Roma e Torino e Bari (gestiti da Istituto Luce Cinecittà s.r.l.) responsabili del Sotto-Programma MEDIA.

La Fondazione CRT e il Programmi Europei

L’attenzione ai Programmi Europei e alle opportunità offerte dall’Europa trova la sua principale ragion d’essere nell’obiettivo di rendere le organizzazioni no-profit del territorio più forti attraverso il confronto con la dimensione internazionale, di attrarre in Piemonte nuove progettualità e al tempo stesso di far conoscere le nostre eccellenze al di fuori del nostro territorio. Aderendo alle principali reti europee e internazionali della filantropia la Fondazione CRT sviluppa inoltre partenariati strategici per poter dar vita a proficui scambi di conoscenze e competenze, per costruire progettualità condivise e per favorire la circolazione delle best practice.